iscrizionenewslettergif
Valbrembana

San Giovanni Bianco: rinnovata la centrale elettrica

Di Redazione30 Luglio 2015 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
San Giovanni Bianco: rinnovata la centrale elettrica
La centrale Enel di San Giovanni Bianco

SAN GIOVANNI BIANCO — Sono stati presentati questa mattina nella sala consiliare del Comune di San Giovanni Bianco, in Valbrembana, i lavori che Enel Green Power ha realizzato per rinnovare l’impianto idroelettrico di San Pietro D’Orzio.

Alla cerimonia e alla successiva visita dell’impianto hanno partecipato, oltre all’amministratore delegato di Enel Green Power Francesco Venturini, Carlo Zorzoli (responsabile manutenzione Italia dell’azienda), Corrado Coletta (responsabile Lombardia), il sindaco di San Giovanni Bianco Marco Milesi, l’assessore regionale all’Ambiente Claudia Maria Terzi e il presidente della Provincia di Bergamo Matteo Rossi, unitamente ai rappresentanti delle ditte appaltatrici che hanno contribuito alla realizzazione dell’opera.

Da ottobre dello scorso anno a giugno 2015, Enel Green Power ha portato avanti un consistente intervento di riqualificazione tecnologica che ha portato la centrale di San Pietro D’Orzio ad essere in linea con i più moderni standard di efficienza e sicurezza. Al cantiere, durato 8 mesi, hanno lavorato 26 aziende, per l’85 per cento del territorio, scelte per competenza e professionalità.

L’intervento ha portato alla sostituzione dei 5 gruppi di generazione e dei relativi organi di potenza, all’istallazione di un nuovo impianto di automazione della centrale e di un nuovo sistema di diagnostica per manutenzione predittiva; alla posa di nuovi sgrigliatori e all’automazione delle due traverse. Infine è stato possibile effettuare lavori di messa in sicurezza idraulica complessiva e delle condotte forzate, con installazione di nuovi organi di protezione e nuove valvole di macchina.

“Abbiamo investito oltre 7 milioni di euro per fare in modo che la centrale di San Pietro D’Orzio, ormai giunta a fine vita tecnica, potesse continuare a produrre energia rinnovabile in modo efficiente e secondo i più moderni standard ambientali” ha spiegato Venturini -. Inoltre, poiché crediamo che l’ascolto e il rispetto delle comunità che ci ospitano sia un valore aggiunto, abbiamo realizzato al di sopra del canale derivatore che collega la centrale di San Pietro a quella di San Pellegrino una pista ciclo pedonale a disposizione del territorio”.

L’impianto di San Pietro D’Orzio, che utilizza per la produzione di energia idroelettrica le acque del fiume Brembo e del Torrente Parina, è entrato in esercizio nel 1926 e ha una potenza installata pari a oltre 10 megawatt.

Valbrembana, gallerie chiuse per tre giorni

La galleria di San PellegrinoSAN PELLEGRINO -- Saranno tre giorni di passione per gli automobilisti che transitano in Valbrembana. ...

Investe un capriolo: muore motociclista

Il caprioloBERGAMO -- Un uomo di 62 anni, Agostino Paganoni, è morto nella notte fra venerdì ...