iscrizionenewslettergif
Bergamo

Yara, la moglie di Bossetti: ci sorvegliavano da due mesi

Di Redazione23 Giugno 2015 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Due uomini, forse delle forze dell'Ordine, nei dintorni della casa di Mapello. Ma la ricostruzione contrasta con la versione della Procura

Yara, la moglie di Bossetti: ci sorvegliavano da due mesi
I carabinieri a Mapello dopo l'arresto

BERGAMO — “Massi era sorvegliato già due mesi prima che fosse arrestato”. Lo sostiene Marita Comi, moglie di Massimo Bossetti in un’intervista rilasciata al settimanale Oggi.

Secondo quanto raccontato dalla donna “attorno a casa, nei campi sul retro della palazzina o all’imbocco della strada c’erano spesso due persone che chiacchieravano o fumavano. Eravamo preoccupati, ci siamo chiesti chi potessero essere. Abbiamo pensato a dei ladri…”.

La moglie di Bossetti sostiene dunque che il marito fosse controllato nei suoi movimenti dalle forze dell’ordine, ben prima di quanto dichiarato dalla procura di Bergamo. I sospetti avanzati dalla donna però contrastano con le ricostruzioni dell’inchiesta.

Secondo quanto riferito finora da fonti investigative, la certezza che la mamma di Ignoto 1 fosse Ester Arzuffi è stata raggiunta solo 48 ore prima dell’arresto di Bossetti. Ma la convinzione della moglie dell’artigiano di Mapello è che gli inquirenti fossero sulla tracce del carpentiere già da tempo.

“Eravamo preoccupati – rivela al settimanale, in edicola da domani – ne abbiamo parlato, ci siamo chiesti chi potessero essere, cosa facessero, cosa volessero. Abbiamo pensato a dei ladri. Mai avremmo immaginato quello che è successo due mesi dopo. Chissà perché dal 16 giugno 2014, il giorno dell’arresto di mio marito, quei due sono spariti. Più visti”.

Intanto venerdì 3 luglio inizierà il processo all’artigiano di Mapello. Davanti al giudice Bossetti dovrà rispondere dell’omicidio di Yara Gambirasio e di calunnia nei confronti di un suo collega di lavoro.  Marita si dice più che mai convinta dell’innocenza di Bossetti: “Mio marito è innocente ma io ho ugualmente tanta paura”.

Ragazza bergamasca sulla copertina di Donna Moderna

Sara Maccalli su Donna ModernaBERGAMO -- E' bergamasca la ragazza ritratta sulla copertina dell'ultimo numero del settimanale "Donna Moderna" ...

Parcometri: ticket scaduto da pochi minuti? Multe illegittime

Un parcometroBERGAMO -- Sarà capitato anche a voi, di vedere sul parabrezza della vostra auto una ...