iscrizionenewslettergif
Bergamo

Bergamo, il Comune produce un video per l’infanzia

Di Redazione20 Novembre 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Gori sollecita la Regione a nominare il garante per l'Infanzia

Bergamo, il Comune produce un video per l’infanzia
Giorgio Gori

BERGAMO — Un video per sottolineare l’attenzione del Comune di Bergamo alle nuove generazioni. E’ quello prodotto dal Comune stesso e messo su Youtube in occasione della Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, istituita per celebrare la data di promulgazione della relativa convenzione da parte dell’Assemblea delle Nazioni Unite, che avvenne esattamente 25 anni fa.

Questo strumento giuridico, e i principi che lo ispirarono, appare estremamente attuale anche nel nostro territorio, non tanto per il raggiungimento degli standard minimi di soddisfazione dei bisogni primari dei bambini, ma per l’orizzonte dei valori nel quale viene posto il superiore interesse di ogni bambino, che deve essere ascoltato dalla comunità di cui fa parte.

Questa attenzione al ruolo del bambino nella società rappresenta una sfida quotidiana anche all’interno dei tanti e articolati servizi che il Comune di Bergamo dedica all’infanzia: i nidi, gli spazi gioco, le ludoteche, oltre a numerose attività e iniziative che muovono dal Centro Famiglia. La ricerca costante della qualità e la cura delle relazioni sono aspetti fondanti di questi servizi, che superano la loro dimensione di soddisfazione di esigenze particolari e si rendono spazi comunitari aperti al territorio.

Per sottolineare questo legame ecco il video, una forma di comunicazione decisamente al passo con i tempi adottata dall’amministrazione.

Non solo: il sindaco Giorgio Gori ha stamattina sollecitato Regione Lombardia a nominare il Garante Regionale per l’infanzia, come previsto dalla legge 112/2011, ma mai nominato sul territorio lombardo.

“Cogliamo l’occasione della ricorrenza odierna – si legge nella lettera che il sindaco ha inviato al presidente Roberto Maroni e al presidente del consiglio regionale Raffaele Cattaneo – per sollecitarne la designazione, perché il garante regionale per l’infanzia e l’adolescenza possa contribuire a testimoniare l’attenzione del mondo adulto ai diritti di tutti i bambini e gli adolescenti, perché ne sia favorita e rispettata la crescita equilibrata e serena”.

Edda in concerto al Druso di Bergamo

EddaBERGAMO -- Appuntamento imperdibile per gli amanti della musica rock. Venerdì sera a IndieDruso, rassegna ...

I pericoli del web: conferenza al Sant’Alessandro

Il collegio vescovile Sant'Alessandro di BergamoBERGAMO -- Si intitola "I pericoli del web" la nuova conferenza che si terrà giovedì ...