iscrizionenewslettergif
Politica

Processo Unipol: reato prescritto per Berlusconi

Di Redazione1 aprile 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Processo Unipol: reato prescritto per Berlusconi
Silvio Berlusconi

MILANO — La Seconda Corte d’Appello di Milano ha dichiarato la prescrizione del reato per Silvio e Paolo Berlusconi, imputati per la vicenda dell’intercettazione Fassino-Consorte legata al caso Unipol.

I giudici hanno confermato il risarcimento di 80.000 euro per Piero Fassino, parte civile nel processo.

La Seconda Corte d’Appello di Milano, dopo circa due ore di Camera di Consiglio, ha dichiarato il “non luogo a procedere in ordine ai reati ascritti” a Silvio e Paolo Berlusconi per intervenuta prescrizione.

I due erano accusati di concorso in rivelazione del segreto d’ufficio. I giudici nel confermare gli 80 mila euro di risarcimento a Piero Fassino hanno respinto la richiesta di rideterminare il risarcimento al rialzo proposta stamattina dal legale dell’ex segretario Ds.

Le motivazioni saranno pronte fra 30 giorni.

Referendum: boom ai banchetti della Lega

I gazebo della Lega in via XX Settembre a BergamoBERGAMO -- Quindicimila firme in un solo fine settimana. E' stato un fine settimana decisamente ...

Maroni ai consiglieri: restituite i rimborsi non dovuti

Roberto MaroniMILANO -- Il governatore Roberto Maroni ha inviato una lettera ai consiglieri regionali e ai ...