iscrizionenewslettergif
Politica

Scuola di Bergamo finisce in parlamento

Di Redazione30 marzo 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Scuola di Bergamo finisce in parlamento
Al centro della foto Elena Carnevali del Pd

BERGAMO — Il caso dell’Istituto comprensivo Santa Lucia di Bergamo sbarca in Parlamento. La deputata orobica del Partito Democratico Elena Carnevali ha depositato infatti un’interrogazione a risposta scritta nella quale chiede al ministro dell’Istruzione Stefania Giannini “se non ritenga di dover considerare con attenzione la grave situazione che si è creata all’interno della scuola bergamasca”.

“E se il ministro non ritenga opportuno intervenire, tramite gli strumenti a disposizione del ministero dell’Istruzione, al fine di ripristinare il corretto funzionamento della scuola, a tutela del diritto all’istruzione degli studenti della Santa Lucia e delle loro famiglie”, si legge nell’interrogazione.

La richiesta di Carnevali raccoglie la prolungata protesta dei genitori degli alunni della scuola, avviata nel mese di dicembre 2013 con le dimissioni dell’intero consiglio di istituto a fronte di una situazione di sempre più difficile relazione con la dirigenza scolastica, “a cui sono state contestate scarsa trasparenza e insufficiente attenzione alla comunicazione con le famiglie, alle relazioni con il territorio, all’organizzazione della scuola e alla tutela della sicurezza degli alunni” si legge in un comunicato della Carnevali.

“Le richieste di intervento presso gli uffici scolastici di competenza e la nomina di un commissario nel febbraio scorso non hanno sortito effetto, tanto che la situazione non è migliorata, non è stato approvato il piano annuale e pertanto i progetti previsti dal Piano dell’Offerta Formativa, a sostegno dei quali i genitori hanno anche raccolto dei fondi, non possono essere avviati”.

“I genitori hanno fatto richiesta formale di accesso agli atti, dimostrando intenzione di rivolgersi al Tar nel caso ciò non avvenisse nei 30 giorni previsti dalla legge”.

Libertà per i nostri marò: conferenza Casapound

Libertà per i nostri maròBERGAMO -- Ci sono davvero prove a carico di Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, i ...

Berlusconi scrive un libro: in Italia non c’è democrazia

Berlusconi alla manifestazione dei giovaniROMA -- Un libro per dire che in Italia oggi non c'è democrazia. E' quello ...