iscrizionenewslettergif
Economia

Italia, un quarto della ricchezza nelle mani del 5 per cento

Di Redazione27 marzo 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

E' quanto emerge dai dati presentati dal ministero dell'Economia. Fortissimo divario fra ricchi e poveri

Italia, un quarto della ricchezza nelle mani del 5 per cento
Soldi

ROMA — Un quarto della ricchezza italiana è nelle mani del 5 per cento della popolazione. E’ quanto emerge della dichiarazione di redditi del 2012, diffuse ieri dal ministero dell’Economia.

I dati indicano un fortissimo divario fra ricchi e poveri. Il 5 per cento dei contribuenti con i redditi più alti dichiara il 22,7% del reddito complessivo. Si tratta di una quota maggiore di quella dichiarata da metà contribuenti, quelli con redditi più bassi.

La metà dei contribuenti ha un reddito complessivo dichiarato inferiore a 15.654 euro.

Dai dati emerge anche che il patrimonio immobiliare all’estero dei cittadini italiani ammonta a circa 23 miliardi di euro. A possedere immobili in altri paesi risultano 113 mila soggetti. Sono invece 130 mila i soggetti che dichiarano attività finanziarie all’estero per 28 mld di euro.

Sono i Lombardi i contribuenti con il reddito medio complessivo più elevato, 23.320 euro, seguiti dai cittadini del Lazio a 22.100 euro. La regione con il reddito medio più basso è la Calabria che si attesta a 14.170 euro. Tra il 2008 ed il 2012 il reddito medio dei lavoratori dipendenti è sceso del 4,6%, quello dei pensionati è invece cresciuto del 4,6%. Il reddito medio dei lavoratori autonomi è sceso del 14,3%, quello degli imprenditori dell’11%.

Oltre 10 milioni di contribuenti non pagano un’euro di Irpef grazie alle diverse forme di detrazioni ed esenzione. Ci sono pero’ 31,2 milioni di soggetti (il 75% dei contribuenti) che paga in media un’Irpef ‘netta’ di 4.880 euro.

Dalle dichiarazioni risultano 350 mila lavoratori dipendenti in meno rispetto a al 2008. Rispetto al 2008 si registra un calo di 190 mila pensionati, di 32 mila imprenditori e 138 mila soggetti che dichiarano reddito da partecipazione. In compenso i lavoratori autonomi tra il 2008 e il 2012 sono 128mila in più.

I lavoratori autonomi dichiarano in media 36.070 euro, i dipendenti 20.280 e gli imprenditori 17.740. I dati non tengono conto di autonomi e imprenditori in perdita. Fanalino di coda rimangon

Spending review: si possono tagliare 5 miliardi

SoldiROMA -- Cinque miliardi di euro negli ultimi otto mesi dell'anno. E' questa l'entità dei ...

Blitz a Cortina: lo Stato incassa 2 milioni

Cortina d'AmpezzoCORTINA D'AMPEZZO -- L'ormai celebre e famigerato blitz della Guardia di finanza a Cortina d'Ampezzo ...