iscrizionenewslettergif
Provincia

Gelato artigianale: i vincitori del concorso di Bergamo

Di Redazione27 marzo 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gelato artigianale: i vincitori del concorso di Bergamo
I vincitori e la giuria del Concorso per gelato artigianale di Bergamo

BERGAMO — E’ una delle competizioni più gustose, nel vero senso della parola, della nostra provincia. Sono stati assegnati i premi della seconda edizione del Concorso di gelateria artigianale di Bergamo.

Hanno trionfato la genuinità e i prodotti del territorio nella gara promossa dal Comitato gelaterie aderenti ad Ascom e svoltasi all’Istituto alberghiero Alfredo Sonzogni di Nembro.

I 41 concorrenti si sono cimentati sul lattemiele e i sapori del territorio, utilizzando zafferano di Caprino Bergamasco, grappa di Foresto Sparso, torta Garibalda, miele e ciliegie della Valle Imagna, Passito di Gandosso, stracchino dell’altopiano di Clusone, mais spinato di Gandino.

Le 27 gelaterie e le 14 coppie degli studenti degli istituti alberghieri in concorso sono state giudicate da una giuria diretta da Luciana Polliotti, giornalista del settore e autrice del premiatissimo libro “Gelati & Gelati” edito da Mondadori, Giancarlo Timballo presidente del Comitato Organizzatore della Coppa del Mondo della Gelateria, Pierpaolo Magni della Accademia Italiana Maestri Pasticceri, Jean Claude David e Kamal Rahal Essoulami membri del Comitato D’Onore della Coppa del Mondo, che hanno valutato gusto, struttura, originalità e aspetto visivo per emettere un verdetto approfondito.

E’ risultato vincitore Simone Rota Biasetti della Gelateria Artigel di Azzano San Paolo con il gusto “I tre ori” (latte con miele millefiori di montagna, stimmi di zafferano di Caprino Bergamasco, granella di mais spinato di Gandino); secondo classificato Marcello Gusmini della gelateria La Crem di Vertova con il gusto Mais cream (latte con miele di castagno, torta di mais spinato Garibalda, mele e uvetta); terzo classificato Cristian Daldossi della gelateria Safarà Soft di Bergamo con il gusto Fantasia d’autunno (latte con miele di castagno della Valle Imagna, riduzione di Passito di moscato di Gandosso, ciliegie settembrine candite della Valle Imagna).

Vincitrici della Coppa riservata agli studenti Francesca Polimeno e Ilaria Mele dell’Istituto Alberghiero di Nembro con il gusto Fiordilatte con mirtilli di Cardeto (latte, panna, uova, miele e mirtilli di Cardeto).

Il concorso si è concluso con una cena, dove il protagonista è stato il gelato gastronomico. L’aperitivo con gelato allo spritz accompagnato da salatini ha dato il via agli accostamenti fra dolce e salato e fra caldo e freddo. La cena di gala, preparata e servita dagli studenti dell’Alberghiero di Nembro, ha coniugato piatti tipici della cucina bergamasca e gelato gastronomico, ottenendo grande approvazione con proposte come crostino con polenta, pancetta gratinata e formaggi della Valseriana con gelato gastronomico al rafano, casoncello bergamasco, coniglio disossato ripieno con riduzione di Valcalepio, patate duchessa con gelato al cioccolato di Knam speziato al pepe rosa.
Le ricette e le proposte di abbinamenti sono state realizzate dal tecnico dimostratore di Puntogel Gianni Facoetti, sulla base delle esperienze già organizzate da Puntogel anche con i gelatieri e i ristoratori di Brescia, di Cremona, di Lecco e in continuità con le numerose giornate dimostrative che hanno visto la partecipazione di centinaia di gelatieri bergamaschi e lombardi.

In chiusura il dessert è stato una sollecitazione all’inserimento di un nuovo gusto, che verrà presentato a breve dal Comitato gelatieri bergamaschi, tratto da una delle eccellenze del nostro territorio: il mais spinato.

Lavoro: 13mila disoccupati in più in Bergamasca

Alla ricerca di un posto di lavoroBERGAMO -- "E' il saldo più negativo degli ultimi 5 anni". Nelle parole dell'assessore al ...

Non solo rame: ora rubano anche i pomelli d’ottone

Il pomello di una portaBERGAMO -- Non bastava la corsa al nuovo oro rosso, il rame, e ...