iscrizionenewslettergif
Politica

Berlusconi interdetto per 2 anni: niente Europee

Di Redazione19 marzo 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

La Corte di Cassazione ha definitivamente confermato la pena accessoria

Berlusconi interdetto per 2 anni: niente Europee
Silvio Berlusconi

ROMA — Addio possibilità di candidarsi alle elezioni europee. La Corte di Cassazione ha definitivamente confermato la pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici per due anni nei confronti di Silvio Berlusconi nel processo Mediaset.

L’ex premier era già stato condannato con sentenza irrevocabile per frode fiscale alla pena principale di 4 anni di reclusione (tre coperti da indulto).

In particolare i Supremi giudici della Terza sezione penale hanno dichiarato “irrilevanti” le questioni di incostituzionalità delle norme tributarie sollevate dalla difesa di Silvio Berlusconi e hanno “rigettato” nel resto il ricorso contro la sentenza emessa dalla Corte d’appello di Milano il 19 ottobre 2013. Quel verdetto aveva ridotto a 2 anni l’originaria interdizione dai pubblici uffici pari a 5 anni.

“La sentenza della Cassazione è abnorme e ingiusta – commenta il coordinatore regionale di Forza Italia Maria Stella Gelmini -. Ormai da tempo vi è nei confronti di Berlusconi un pregiudizio ideologico che rende vana qualsiasi prerogativa della difesa, ma Berlusconi è e resta il leader indiscusso del centrodestra e il suo enorme consenso non viene meno per sentenza. La battaglia di Berlusconi e di Forza Italia per la libertà e per una giustizia davvero giusta va avanti. La sentenza della Cassazione ha ferito la democrazia ma non chi crede nella libertà”.

L’Europa gela Berlusconi: niente candidatura

Silvio BerlusconiROMA -- Poche righe per mettere fine, almeno per ora, alla paventata ipotesi di una ...

Maroni: no ai tagli lineari nella sanità

Roberto MaroniMILANO -- "Vogliono recuperare 3 miliardi dalla Sanità, come ha detto il commissario straordinario per ...