iscrizionenewslettergif
Bergamo

Le agende di Papa Roncalli in dono alle biblioteche

Di Redazione17 marzo 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Le agende di Papa Roncalli in dono alle biblioteche
Un momento dell'importante cerimonia

BERGAMO — Dieci volumi tratti dai diari e dalle agende che Angelo Roncalli, Papa Giovanni XXIII, scrisse dall’adolescenza fino agli anni del pontificato. Saranno donati alle più importanti biblioteche nazionali e alle nunziature apostoliche in tutto il mondo.

L’iniziativa rientra nell’ambito della preparazione alla canonizzazione di Papa Giovanni, che avverrà a Roma il prossimo 27 aprile. A metterla in campo la Fondazione Papa Giovanni XXIII di Bergamo che sabato 15 marzo 2014 ha proposto un appuntamento di grande rilievo storico e culturale davanti a un folto e interessato pubblico, autorità civili, politiche e militari.

Nel salone dedicata a Papa Roncalli nella Curia vescovile di Bergamo è stato proiettato un videomessaggio del neo cardinale Loris Capovilla, già segretario di Papa Giovanni XXIII.

Poi, alla presenza del vescovo di Bergamo monsignor Francesco Beschi, del presidente della Fondazione Italcementi Giovanni Giavazzi, del direttore della Fondazione Papa Giovanni XXIII don Ezio Bolis e dello storico Alberto Melloni (Fondazione per le Scienze Religiose di Bologna) è stato illustrato il contenuto dei dieci volumi.

Un momento dell'importante cerimonia

Un momento dell’importante cerimonia

Si tratta di un’opera di valore eccezionale. Questa documentazione fu riconosciuto dallo Stato italiano, che volle farne un’edizione nazionale – in dieci volumi, annotati e commentati, dotati di indici e apparato critico – lavoro compiuto dalla Fondazione per le Scienze Religiose di Bologna.

Il lavoro si è basato su archivi messi a disposizione della équipe bolognese, dalla Santa Sede, dalla Postulazione, da altri Archivi e non ultimo da S. Em. Cardinale Loris F. Capovilla, le cui carte sono patrimonio della Fondazione Papa Giovanni XXIII di Bergamo.

In occasione della canonizzazione di Giovanni XXIII, voluta da Papa Francesco, la Fondazione per le Scienze Religiose di Bologna, grazie alla generosità della Fondazione Italcementi unitamente ad altro illustre donatore e con il sostegno della Fondazione Papa Giovanni XXIII di Bergamo, ha pensato di donare questa prestigiosa collezione alle maggiori biblioteche nazionali e alle nunziature apostoliche di tutto il mondo.

In questo modo si vuole onorare la memoria di un grande cristiano, Angelo Giuseppe Roncalli, bergamasco e italiano, uomo di chiesa e diplomatico, che ha certamente segnato un punto di svolta nella Chiesa e nella società del Novecento.

Anche la sede scelta per la presentazione dell’opera è indice della sua importanza: l’evento si è svolto nella curia vescovile di Bergamo su volontà del vescovo Beschi che ha accolto volentieri l’iniziativa affidandone l’organizzazione alla Fondazione Papa Giovanni XXIII, nei cui archivi sono custoditi alcuni preziosi originali dei dieci volumi presentati.

Medici: tornano i mercoledì dell’ordine

Un medico di baseBERGAMO -- Ricominciano i "Mercoledì dell’ordine" edizione 2014, gli incontri periodici organizzati dall'ordine dei Medici ...

Baracche abusive: doppio intervento della polizia locale

La polizia locale di BergamoBERGAMO -- Duplice intervento della polizia locale di Bergamo contro l'accattonaggio in città. Persone senza ...