iscrizionenewslettergif
Esteri

Schumacher: diminuiscono le possibilità di recupero

Di Redazione11 marzo 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Il pilota in coma da 72 giorni. Secondo gli esperti il lungo risveglio non lascia presagire nulla di buono

Schumacher: diminuiscono le possibilità di recupero
Michael Schumacher

GRENOBLE, Francia — A 72 giorni dall’incidente sugli sci, Michael Schumacher resta in coma. E con l’allungarsi dei tempi diminuiscono le possibilità di recupero per l’ex ferrarista.

Secondo quanto dichiarato da Mark Mäder – da decenni a capo di una clinica di riabilitazione di Basilea e specializzato in lesioni cerebrali e pazienti in coma – al quotidiano svizzero Blick, il lungo, fin troppo lungo risveglio del campione tedesco non farebbe presagire nulla di buono.

“Le possibilità di recupero per Schumacher sono sempre più basse – ha spiegato il medico – maggiore è il tempo durante il quale una persona rimane in coma, minori sono le possibilità che il suo cervello riesca a recuperare”.

Michael Schumacher è in coma da due mesi e dall’equipe medica che lo segue non arriva nessun aggiornamento sulle sue condizioni. Il futuro dell’ex pilota resta un enigma.

Nonostante il quadro clinico non sia dei migliori, Mäder tuttavia pensa che non sia il caso di gettare la spugna: “Come prima cosa deve sopravvivere, solo allora ci si potranno porre le domande più difficili: può una vita con gravi disabilità essere una bella vita?”.

Forte terremoto al largo della California

scossa, sisma, terremoto, calabriaLOS ANGELES, Usa -- Ha sfiorato il settimo grado della Scala Richter la scossa di ...

Aereo scomparso: allargata la zona delle ricerche

Un Boeing 777 della Malaysia AirlinesKUALA LUMPUR, Malaysia -- Come può un aereo di linea lungo 63 metri sparire nel ...