iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Advisor

Focus sul rallentamento dell’economia cinese

Di Redazione11 marzo 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Focus sul rallentamento dell’economia cinese
Pechino

L’economia cinese ha destato non poche preoccupazioni nel corso dell’anno passato, a causa di un rallentamento che dovrebbe portare la crescita del PIL dal 7.6% atteso per il 2013 (già in discesa rispetto agli anni passati) al 7.2% nel 2014.

Come già discusso precedentemente, uno dei principali problemi dell’economia cinese è costituito dall’elevato rapporto tra finanziamenti e PIL e che probabilmente spingerà l’economia ad attuare un processo di deleveraging. Le riforme effettuate hanno infatti dato il via alla liberalizzazione dei tassi d’interesse, fattore che potrebbe incrementare il costo del capitale in due modi.

Il primo, diretto, è l’aumento dei tassi d’interesse; il secondo, indiretto, passa attraverso la riduzione del tasso di risparmio delle famiglie che, quasi inevitabilmente, ridurrà la disponibilità di credito per le aziende statali (più dipendenti da “cheap credit” di quelle private e meno efficienti).

L’altro punto focale della questione verte sui consumi. Per un certo periodo, e data la perdita di mordente delle esportazioni, la classe politica cinese si è concentrata sulla trasformazione dell’economia da “export-driven” a “consumption-driven”: sorprendentemente questo punto non è stato menzionato nel corso del Terzo Plenum dello scorso anno.

Quello che emerge, però, è che i consumi allo stato attuale non sono in grado di sostenere da soli l’economia: è ancora necessario l’apporto degli investimenti, che probabilmente non diminuiranno significativamente fino a che il processo di catching up non sarà maturo.

Per leggere gratuitamente l'analisi completa dei mercati finanziari, compila il form sottostante.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Recapito

Il documento è redatto al solo scopo informativo e non è diretto né costituisce in alcun modo una sollecitazione al pubblico risparmio o un incoraggiamento ad alcuna forma di investimento o speculazione. Chiunque ne faccia uso diverso da quello per cui è stato pensato se ne assume piena responsabilità.

Acconsento al trattamento per l'invio dell'analisi in oggetto.

Acconsento alla cessione dei dati esclusivamente a Sofia SGR per le finalità visibili attraverso l'advertising presente nella pagina.

Giappone, lo stallo delle riforme pesa sull’economia

La torre Sky Tree di TokioQuello giapponese è stato un piccolo miracolo economico: le ormai ben note frecce dell’Abenomics hanno ...

Le ultime notizie dagli Usa e dall’Eurozona

Scenario d'incertezza per gli investimentiA seguire un breve cenno sulle notizie di economia giunte da Oltreoceano e quelle di ...