iscrizionenewslettergif
Italia

Donna uccisa nel sottopasso: l’ex confessa

Di Redazione4 marzo 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Donna uccisa nel sottopasso: l’ex confessa
I carabinieri durante le indagini

COMO — Ha confessato. E’ stato risolto nel giro di pochi giorno l’omicidio di Lidia Nusdorfi, la 35enne uccisa a coltellate nel sottopassaggio della stazione di Mozzate, nel Comasco. Ad ammazzarla sarebbe stato l’ex convivente della donna e padre dei suoi due figli.

Si tratta di un albanese di 29 anni, Dritan Demiraj. L’uomo è stato arrestato dopo diverse ore di interrogatorio al termine del quale ha confessato anche il movente dell’omicidio: “Mi tradiva con mio cugino”.

Arrestato per favoreggiamento il datore di lavoro, titolare del forno riminese, che avrebbe, forse solo per solidarietà senza la piena consapevolezza dell’accaduto, fornito un alibi all’albanese.

Secondo i carabinieri del nucleo investigativo di Como che, insieme ai colleghi di Rimini hanno risolto il caso, si tratterebbe di “omicidio premeditato”.

Demiraj avrebbe premeditato l’omicidio della ex compagna. Non avrebbe fissato lui l’appuntamento con la vittima ma sarebbe giunto a Mozzate in automobile con l’unico scopo di uccidere.

Geloso picchia la fidanzata perché si trucca

I carabinieriFIRENZE -- Si stava truccando per andare al lavoro e lui, gelosissimo, l'ha picchiata. E' ...

Milano, occhio ai nuovi autovelox

Un controllo autoveloxMILANO -- Automobilisti bergamaschi e forzati dell'A4 attenzione. Da lunedì 10 marzo saranno attivi sette ...