iscrizionenewslettergif
Esteri

Ucraina, commandos russi in Crimea

Di Redazione28 febbraio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ucraina, commandos russi in Crimea
Vladimir Putin

MOSCA, Russia — Il Cremlino non starà a guardare quanto sta accadendo in Ucraina, da sempre considerata stato cuscinetto indispensabile a Mosca. E così ieri sera una cinquantina di uomini armati non identificati nella notte hanno preso possesso dell’aeroporto di Simferopol in Crimea, repubblica autonoma dell’Ucraina. Lo riferisce l’agenzia russa Interfax.

Gli uomini armati portano una uniforme non identificata. Sono arrivati all’aeroporto su tre camion senza targa. Davanti all’aerostazione si è subito raccolta una folla di manifestanti che sventolano bandiere della flotta russa del Mar Nero.

“L’aeroporto funziona normalmente”, ha detto un responsabile amministrativo. I primi voli della giornata, per Mosca e Kiev, non sono stati annullati e i passeggeri passano senza problemi i normali controlli di sicurezza.

Una dozzina di soldati in uniforme, con degli stemmi neri, pattugliano l’ingresso dello scalo, secondo un giornalista della France Presse sul posto.

Alla domanda di quale è la loro nazionalità, non rispondono. Sono presenti anche una dozzina di civili pro-Russia di tutte le età, che dicono di essere lì per mantenere l’ordine. “Siamo tutti dei volontari, siamo qui per impedire l’atterraggio di fascisti o radicali provenienti dall’ovest dell’Ucraina”, ha detto un loro portavoce improvvisato, che si presenta come ex ufficiale di polizia.

“Se verranno i banditi nazionalisti, ci batteremo con loro – dice Vadim, giovane ingegnere -. Troveremo le armi se ce ne sarà bisogno”.

Nel frattempo la tensione fra Russia e Stati Uniti si fa alta sulla questione Ucraina. Ieri il vicepresidente Usa Joe Biden ha telefonato giovedì al neo primo ministro ucraino Arseni Iatseniuk per promettere il “sostegno totale” degli Stati Uniti ai nuovi dirigenti del paese.

Biden, si legge in un comunicato della Casa Bianca, “ha assicurato il primo ministro che gli Stati Uniti offriranno il loro sostegno totale all’Ucraina quando questa intraprenderà le riforme necessarie per ritrovare la stabilità economica, perseguire la riconciliazione, rispettare gli obblighi internazionali e cercare relazioni aperte e costruttive con i suoi vicini”.

Intanto, il segretario di Stato Usa John Kerry ha riferito che la Russia si è impegnata a “rispettare l’integrità territoriale dell’Ucraina”, dando conto di un colloquio telefonico con il suo omologo Serghiei Lavrov. Nel corso della telefonata, ha aggiunto Kerry, Lavrov ha anche assicurato che Mosca non é dietro i disordini in Crimea.

“Lavrov – ha detto infine Kerry – mi ha assicurato che le esercitazioni militari (russe) non sono da collegare con la crisi in Ucraina”.

India, caccia alla tigre che ha sbranato 10 persone

Una tigreNUOVA DELHI, India -- E' caccia aperta alla tigre che negli ultimi mesi ha assalito ...

Ucraina, il default e lo scacco matto di Putin

Le truppe russe in CrimeaKIEV, Ucraina -- Settanta miliardi di dollari. E' questa la voragine economica che pesa sull'Ucraina ...