iscrizionenewslettergif
Poesie

“Il bimbo a tavola” di Edmondo de Amicis

Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
“Il bimbo a tavola” di Edmondo de Amicis
Poesia

Come trovo dipinto il mio bambino,
in fin di desinare, è uno sgomento!
Ha le patacche addosso a cento a cento,
e la bocca color di stufatino.
Ha il nasetto – si sa – tinto di vino,
e sulla fronte un po’ di condimento,
e uno spaghetto appiccicato al mento,
che gli penzola giù sul grembiulino.
E sfido! in tutto pesca e tutto tocca,
e si strofina la forchetta in faccia,
e stenta un’ora per trovar la bocca.
E son tutti i miei strilli inefficaci:
egli, vecchio volpone, apre le braccia,
ed io gli netto il muso co’ miei baci
.

“Modi per amarti” di Eleonora Bellini

PoesiaUn cappello ben calato sugli occhi è per amarti nel vento e l'ombra irrequieta delle fronde è per ...

“Filastrocca corta e matta” di Gianni Rodari

complete-happinessFilastrocca corta e matta, il porto vuole sposare la porta, la viola studia il violino, il mulo dice: ...