iscrizionenewslettergif
Politica

Letta non molla: non mi dimetto

Di Redazione13 febbraio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Oggi la direzione del Pd con Renzi che potrebbe sfiduciarlo in diretta streaming

Letta non molla: non mi dimetto
Enrico Letta

ROMA — Parlare di braccio di ferro è riduttivo. Fra il segretario del Pd Matteo Renzi e il premier Enrico Letta e guerra aperta, con il primo che giudica inadatto il secondo e il secondo che replica dandogli dell’inaffidabile.

“Le dimissioni non si danno per dicerie e manovre di palazzo”: non molla, Enrico Letta. Non acconsente alla staffetta con Matteo Renzi. Non si fa da parte in silenzio. Anzi, dopo un colloquio con il segretario del Pd, il premier rilancia.

Presenta il suo programma di governo “Impegno Italia” e chiede alla maggioranza di pronunciarsi su quello, perché “i governi possono nascere” solo in Parlamento. Ma soprattutto, sfida il sindaco a “dire che cosa vuole”. A sfiduciarlo apertamente, se davvero intende andare fino in fondo e prendere il suo posto.

Ed è quello che Renzi potrebbe fare oggi, davanti alla direzione del Pd: “In streaming, a viso aperto”. Anche se al Nazareno molti sperano che all’ultimo si riesca ad evitare un esito “cruento”.

Si gioca tutta nel Pd la partita del governo. Lo ha detto martedì Giorgio Napolitano, che tornerà al Quirinale in nottata dal Portogallo. Ma da Lisbona avverte che non si può “indebolire la fiducia faticosamente riguadagnata con il riaccendersi di timori sulla risolutezza a proseguire sulla strada delle riforme e della responsabilità”.

Ongaro: piano di sviluppo di Orio non va

Luciano Ongaro, esponente di SelBERGAMO -- "Apprendiamo dalla lettera del Comitato Aeroporto Bergamo che Sacbo sta già mettendo in ...

Psicodramma nel Pd: Letta lascia. Renzi: fuori dalla palude

Enrico Letta e Matteo RenziROMA -- E' finita con il classico psicodramma della sinistra capace di distruggere i suoi ...