iscrizionenewslettergif
Politica

Gori sullo stadio: sono per il restyling

Di Redazione10 febbraio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gori sullo stadio: sono per il restyling
Lo stadio di Bergamo

BERGAMO — “Se il tema dello stadio è destinato a tornare al centro della campagna elettorale, vorrei dire subito, e in modo chiaro, come la penso. Sono convinto che sia opportuno procedere al restyling dell’impianto attuale, tanto quanto ero contrario all’idea di costruirne uno nuovo a Grumello al Piano, in mezzo ad un’area agricola (idea sostenuta a spada tratta dalla Giunta di centrodestra, improbabile e infatti clamorosamente fallita)”. Lo ha dichiarato il candidato alle primarie del centrosinistra Giorgio Gori.

“Su questa linea mi sono espresso con chiarezza già in passato, e così hanno fatto i rappresentanti del Pd in Consiglio comunale. Penso che i tifosi dell’Atalanta meritino uno stadio all’altezza della loro squadra e penso che, per l’Atalanta, quella dello stadio di proprietà sia una via obbligata, per rimanere tra i club più prestigiosi” prosegue Gori.

“Penso, infine, che questa sia la soluzione più giusta per la città, che ha ormai imparato quanto possa essere piacevole e comodo raggiungere lo stadio a piedi o con i mezzi pubblici, e, in particolare, per i quartieri vicini allo stadio: la ristrutturazione dovrà infatti consegnarci una struttura con negozi, bar e ristoranti, ‘accesa’ tutti i giorni e non solo 2 ore alla settimana”.

“La strada maestra per avviare il progetto sembra essere quella già attuata a Udine, dove l’Udinese ha ottenuto dal Comune il diritto di proprietà e di superficie sullo stadio per 99 anni, a fronte degli investimenti necessari alla ristrutturazione (nel nostro caso si parla di 25-30 milioni di euro). Ma di questo si potrà discutere più avanti, in dettaglio”.

“Sarebbe inoltre auspicabile che il progetto non si occupasse solo dello stadio ma guardasse, con ambizione, ad una più ampia scala urbanistica. L’integrazione col Lazzaretto, la realizzazione di una struttura coperta per il mercato, la rivitalizzazione di importanti aree dismesse come quelle Ismes e Reggiani, il raccordo con il Polo della Cultura e del tempo libero attraverso viale Giulio Cesare: la scommessa che Bergamo ha la possibilità di affrontare, partendo dal restyling dello stadio, a mio avviso, è infatti quella di riqualificare un’intera porzione del proprio territorio” conclude Gori.

Sfida Tentorio-Gori: ecco punti di forza e debolezza

Il sindaco di Bergamo Franco TentorioBERGAMO -- Con l'annuncio della ricandidatura a sindaco di Bergamo di Franco Tentorio è partita ...

Napolitano contattò Monti nell’estate 2011

Giorgio Napolitano e Silvio BerlusconiROMA -- Bufera politica dopo le rivelazioni del giornalista Alan Friedman sul ruolo giocato dal ...