iscrizionenewslettergif
Treviglio

Treviglio: binari occupati per protesta

Di Redazione6 febbraio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

La pazienza dei pendolari è al limite. E i problemi tutt'altro che risolti

Treviglio: binari occupati per protesta
La stazione di Treviglio

TREVIGLIO — Si è arrivati all’occupazione dei binari. La pazienza di pendolari e viaggiatori è arrivata al capolinea: quello della stazione di Treviglio.

Del resto è l’unica forma di protesta che forse riesce a scalfire l’insensibilità, l’indifferenza di politici ed amministratori che dovrebbero rappresentare il nostro territorio.

Il problema dei treni passeggeri che sembrano carri-bestiame (indegni persino per Paesi del sud del mondo) è ancora irrisolto. I treni sono sporchi, forni crematori d’estate e ghiacciaie d’inverno, perennemente in ritardo e talmente stipati che a volte ci si considera fortunati a trovare un posto in piedi (sic!).

E’ un problema annoso. Ricordo di averlo fatto presente in consiglio comunale la prima volta all’allora giunta Minuti. Le mie interpellanze alle successive amministrazioni sono cadute nel vuoto. Il problema veniva sottostimato. Nessuno dei nostri politici andava a battere i pugni sui tavoli di concertazione della Regione.

Nel frattempo i binari alla stazione centrale di Treviglio aumentavano e aumentavano. E così il numero di frecce bianche e rosse (che rallentano ma non fermano). Diminuivano invece treni regionali e carrozze. Fino all’eliminazione tout court dei treni interregionali Milano- Venezia, che oltre alla fermata a Treviglio garantivano una certa puntualità.

Ora siamo arrivati al caos assoluto. Una città come Treviglio, capitale della Bassa, seconda stazione della Lombardia, nodo ferroviario importantissimo, è praticamente priva o quasi di trasporti ferroviari dedicati ai suoi cittadini.

Condivido la rabbia, l’esasperazione ed il senso di impotenza dei miei concittadini e comprendo benissimo un gesto estremo come quello dell’occupazione dei binari. Forse unico ed ultimo strumento per scalfire il muro di gomma dietro cui si trincera chi è nella stanza dei bottoni.

Patrizia Siliprandi
Movimento Uniti per Cambiare

Treviglio, platani tagliati: ecologisti all’attacco

I platani tagliati a TreviglioTREVIGLIO -- E' polemica a Treviglio sulla drastica potatura di 6 platani centenari posti di ...

Treviglio, Smart si ribalta: morto un 22enne

L'ambulanzaTREVIGLIO -- Drammatico incidente sabato notte a Treviglio. Una Smart si è ribaltata nel tratto ...