iscrizionenewslettergif
Esteri

Obama avverte il congresso: pronto a fare da solo

Di Redazione29 gennaio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Il presidente annuncia una dozzina di decreti su armi, welfare e salari

Obama avverte il congresso: pronto a fare da solo
Barack Obama

WASHINGTON, Usa — “Se necessario farà da solo per decreto”. E’ questo il messaggio che il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha inviato ieri al Congresso, per chiarire la sua posizione sulle riforme.

“Il 2014 sarà l’anno della svolta per l’America, un anno di azione” è stata la solenne promessa di Obama più che mai determinato ad affermare la sua agenda politica e sociale, per troppo tempo ostaggio delle lotte tra partiti.

“L’America non resterà immobile, e tantomeno il suo presidente – assicura il presidente – se il Congresso si rifiuterà di prendere le misure necessarie per sostenere la classe media, le famiglie americane, agirò per decreto ovunque sia necessario: dal salario minimo alla lotta alla disoccupazione, dall’immigrazione alla stretta sulle armi”.

Obama annuncia una dozzina di decreti già pronti, pensati per far progredire le condizioni di vita di milioni di americani e per combattere le crescenti diseguaglianze. Diseguaglianze che ancora oggi penalizzano un bambino americano solo per la sua razza, o per il luogo in cui nasce.

“Le donne rappresentano la metà della forza lavoro ma guadagnano meno, 77 centesimi per ogni dollaro guadagnato da un uomo: questo è sbagliato e imbarazzante nel 2014”, spiega il presidente.

Obama sa bene che il 2014 sarà anche anno di elezioni, quelle cosiddette di “mezzo termine”, che si terranno a novembre per il rinnovo della Camera dei rappresentanti e di un terzo del Senato.

Aviaria: torna alto l’allarme in Cina

Influenza aviariaHONG KONG, Cina -- Un forte aumento dei contagi da influenza aviaria ha costretto il ...

Usa, freddo polare: cancellati 2800 voli

Aerei bloccati dal ghiaccioNEW YORK, Usa -- Sono già 2.800 i voli cancellati per l'ondata di freddo polare ...