iscrizionenewslettergif
Politica

Grillo attacca: legge elettorale fatta per fermarci

Di Redazione24 gennaio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Grillo attacca: legge elettorale fatta per fermarci
Beppe Grillo

ROMA — “Noi abbiamo preso il 25 per cento poi c’è stato questo ‘colpettino di Stato’ di Napolitano che si è riunito con due persone una sera e fatto le larghe intese per bloccarci. Ci vedono come una anomalia. Dobbiamo avere a che fare con chi ti dice una cosa in faccia e poi ne vota un’altra”. Così Beppe Grillo in conferenza presso la stampa estera a Roma.

Durissimo anche sull’accordo tra Renzi e Berlusconi: “La legge elettorale che stanno facendo questi due è per fermare noi che siamo la variabile impazzita”.

Con l’Italicum “noi saremo tagliati fuori, immaginate il ballottaggio tra noi e il Pd. A chi indirizzerà il voto Berlusconi con le sue tv e i giornali. Lo sappiamo che non abbiamo scampo per andare al governo. C’è il mutismo di Napolitano che non dice niente, di Letta che non dice niente. Perché il pericolo siamo noi”.

Poi Grillo non lo cita ma attacca il segretario del Pd Matteo Renzi: “Chi prende i voti per fare il sindaco deve fare il sindaco”.

Stucchi: progetto Renzi-Berlusconi antidemocratico

Giacomo Stucchi, presidente del CopasirBERGAMO -- "In un sistema democratico la legge elettorale è quell’insieme di regole con le ...

Blitz di Forza Italia, ma Tentorio ancora non decide

Il sindaco di Bergamo Franco TentorioBERGAMO -- Fumata nera. Non è andata ancora in porto la ricandidatura di Franco Tentorio ...