iscrizionenewslettergif
Italia

Trancia cavo Enel: elicottero dell’Esercito precipita

Di Redazione23 gennaio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

E' accaduto nel Viterbese durante un'esercitazione. Morti il generale Calligaris e un tenente che erano a bordo

Trancia cavo Enel: elicottero dell’Esercito precipita
Un elicottero dell'Esercito italiano

VITERBO — Potrebbe essere finito sui cavi dell’alta tensione dell’Enel, l’elicottero dell’Esercito italiano precipitato quest’oggi vicino Viterbo.

Il velivolo, un Ab 206 impegnato in un esercitazione, è scomparso dai radar nella zona di Monte Marta. Nella zona l’Enel ha segnalato una linea elettrica aerea tranciata.

Stando alle scarne informazioni trapelate finora, i resti dell’elicottero sono stati rinvenuti da altri velivoli dell’Esercito che si sono alzati in volo per effettuare le ricerche.

Carabinieri e forze di polizia hanno perlustrato una vasta zona tra Viterbo, Tuscania, Marta e Montalto di Castro. Sul posto anche i vigili del fuoco del Lazio. Le due persone che erano a bordo dell’elicottero sono morte. Si tratta del generale Giangiacomo Calligaris, 57 anni, capo dell’Aviazione dell’esercito (Aves). Insieme con lui sul velivolo il tenente Paolo Lozzi, 25 anni, originario di Montefiascone.

L’esercitazione militare era iniziata questa mattina presto nella base militare di Viterbo, e verso le 11:30 gli operatori della sala controllo hanno dato l’allarme. Solo un’ora prima il velivolo era stato visto da alcuni automobilisti atterrare in una zona boscosa vicino alla strada provinciale Dogana, tra Montalto di Castro e Tuscania.

Frana torre rocciosa, enormi massi a valle

I massi precipitatiBOLZANO -- Un frana di 4000 metri cubi, con massi grossi come case, ha colpito ...

Cadavere di una donna nel congelatore di casa

Le indagini dei carabinieriNOVARA -- Macabra scoperta dei vigili urbani di Borgomanero, in provincia di Novara. Intervenuti in ...