iscrizionenewslettergif
Italia

Farmaci, le conseguenze del mercato parallelo

Di Redazione20 gennaio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

I medicinali "prendono il volo" verso mercati più redditizi. Cittadini e farmacisti restano a bocca asciutta

Farmaci, le conseguenze del mercato parallelo
Un farmacista

BERGAMO — Il mercato parallelo dei farmaci, che sta dirottando medicinali verso Paesi europei più redditizi rispetto all’Italia, sta provocando una vera e propria emergenza al punto che risultano irreperibili farmaci come anti-tumorali, eparine e antipsicotici. Farmaci contingentati, praticamente introvabili nelle farmacie di tutta Italia, che costringono i pazienti ad estenuanti attese fino, a volte, a rinunciare alla cura.

Questa carenza nasconde un business colossale, che ha come ricaduta il fatto che i cittadini sono costretti a peregrinare da una farmacia all’altra, e i farmacisti costretti ad elemosinare confezioni, seguendo un iter d’ordine quantomeno “strano” che a volte sconfina in atteggiamenti davvero “discutibili” da parte di aziende e grossisti.

Questa emergenza si è manifestata, amplificando la portata di mese in mese, dopo il decreto Bersani che concedeva anche alle farmacie, che ne avessero fatto richiesta e in possesso dei requisiti richiesti, la possibilità di operare come grossiste.

Eppure il grossista, compresa la nuova categoria dei farmacisti-grossisti, dovrebbe avere, per legge, nei propri magazzini il 90 per cento dei farmaci rimborsabili dal sistema sanitario nazionale.

Il ministero, nonostante denunce ed un esposto da parte di Federfarma Lazio, pare accorgersi solo ora del problema: è di pochi giorni fa una nota ministeriale che paradossalmente “invita farmacie e grossisti ad approvvigionarsi (sic) dei farmaci contingentati”.

Ora, quando vedremo la fine di questo business a scapito della salute dei cittadini?

Patrizia Siliprandi
già componente Commissione Unica del farmaco

LEGGI ANCHE
Allarme mercato parallelo dei farmaci in Italia
Allarme farmaci: i medicinali italiani finiscono all’estero

Costringe moglie e figlia alla prostituzione

Una volante della PoliziaFORLÌ -- Avrebbe costretto moglie e figlia minorenne a prostituirsi, e poi, quando la figlia ...

Kabobo “incompatibile” con il carcere

ghanese, piccone, aggressione, milano,MILANO -- Farà certamente discutere la perizia del tribunale del Riesame di Milano secondo la ...