iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Economia

Draghi: la crisi non è ancora sconfitta

Di Redazione10 gennaio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Il numero uno della Bce chiede cautela. La ripresa appare debole

Draghi: la crisi non è ancora sconfitta
Il presidente della Bce Mario Draghi

FRANCOFORTE, Germania — “Andrei cauto a dire che la crisi è sconfitta”. Lo ha detto il presidente della Bce Mario Draghi, aggiungendo: “Sarei molto, molto cauto nel dichiarare vittoria e dire che la crisi è sconfitta”.

Draghi ha quindi sottolineato che la ripresa è ancora debole e vi sono molti rischi. Nonostante l’Eurozona dovrebbe aver chiuso l’ultimo trimestre dello scorso anno in crescita “la ripresa sarà lenta e dovrebbe continuare a questo ritmo nel 2014 e nel 2015”.

“Le prospettive di medio termine per l’inflazione sono peggiorate”, ha poi aggiunto. “Voglio essere chiaro: abbiamo un mandato per difendere la stabilità dei prezzi in entrambe le direzioni”, ha ribadito.

Le dichiarazioni del numero uno dell’Eurotower hanno seguito la decisione dell’autorità monetaria europea di non toccare i tassi di interesse, che restano quindi fermi al minimo storico dello 0,25 per cento.

Ma quale diminuzione delle tasse? Carico fiscale al 44,3

SoldiROMA -- Che la diminuzione delle tasse fosse una boutade buona per i messaggi di ...

Tasi, stangata da un miliardo sulle imprese

soldiROMA -- Nonostante i proclami sulla presunta diminuzione delle tasse, la realtà dice che la ...