iscrizionenewslettergif
Esteri

Maxifrode all’Inps americana: 106 arresti

Di Redazione9 gennaio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Maxifrode all’Inps americana: 106 arresti
Fbi

NEW YORK, Usa — Centosei persone sono state arrestate dall’Fbi per la più grande frode mai avvenuta ai danni della Social Securiry americana, l’ente federale che eroga l’indennità previdenziali e assistenziali.

Fra gli arrestati ci sono 72 ex poliziotti e 8 ex vigili del fuoco in pensione, ma anche commercialisti e avvocati, quasi tutti di New York. Oltre la metà di loro ha persino utilizzato la tragedia dell’11 settembre 2001 come scusa per giustificare le finte malattie.

“Un comportamento cinico”, lo hanno definito investigatori e inquirenti. Per anni le persone ora finite in manette sono riuscite a truffare lo Stato americano, imparando come fingere alla perfezione disturbi mentali, attacchi di panico, ansia e altre disabilità, per una cifra che secondo le autorità e’ pari a circa 400 milioni di dollari.

Fatali sono state però le loro foto pubblicate online, oltre alle intercettazioni telefoniche e alle testimonianze di agenti sotto copertura.

Mesi e mesi di indagini, di appostamenti che alla fine hanno fatto scattare l’operazione che ha portato agli arresti. Le indagini tuttavia continuano e altri arresti potrebbero seguire nelle prossime settimane.

Elicottero Usa precipita durante esercitazione

Un elicottero americanoLONDRA, Gran Bretagna -- Un elicottero militare americano di stanza in una base inglese è ...

Schumacher: nessuna imprudenza, tragica fatalità

Michael SchumacherGRENOBLE, Francia -- L'incidente sugli sci che ha messo a rischio la vita di Michael ...