iscrizionenewslettergif
Economia

Fiat acquisisce il controllo di Chrysler

Di Redazione2 gennaio 2014 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

La casa torinese acquisterà il pacchetto azionario del fondo Veba

Fiat acquisisce il controllo di Chrysler
Elkann e Marchionne

TORINO — La Fiat acquisirà il controllo pressoché totale della Chrysler attraverso l’acquisto del 41,5 per cento delle azioni in mano a Veba, il fondo sanitario del sindacato americano Uaw nella casa automobilistica americana.

Il closing è previsto entro il 20 gennaio 2014. Fiat verserà a Veba 3,65 miliardi di dollari, di cui 1,75 miliardi in contanti e 1,9 miliardi come dividendo straordinario. Per l’acquisizione l’unica parte che Fiat pagherà in cash ammonterà a 1.750 milioni di dollari e lo farà utilizzando la liquidità disponibile. E’ quanto emerge da una nota diffusa dal Lingotto.

A fronte della vendita della partecipazione detenuta in Chrysler Group, spiega il Lingotto, Veba riceverà un corrispettivo complessivo pari a 3.650 milioni di dollari: un dividendo straordinario che Chrysler Group pagherà a tutti gli azionisti, per un totale pari a circa 1.900 milioni di dollari.

Alla luce della struttura di finanziamento dell’operazione VEBA, sottolinea il Lingotto non è previsto un aumento di capitale da parte di Fiat. “Aspetto questo giorno sin dal primo momento, sin da quando nel 2009 siamo stati scelti per contribuire alla ricostruzione di Chrysler”. Così John Elkann, presidente di Fiat, commenta l’accordo con Veba. “Il lavoro, l’impegno e i risultati raggiunti da Chrysler negli ultimi quattro anni e mezzo sono qualcosa di eccezionale”.

Confindustria attacca: le partecipate costano 23 miliardi

Il presidente di Confindustria Giorgio SquinziROMA -- Una spesa che il paese non può permettersi. E' netto il giudizio del ...

Tariffe su, consumi giù. Penalizzati gli onesti

soldiROMA -- Con buona pace di chi professa fantasie del tipo "le tasse sono diminuite", ...