iscrizionenewslettergif
Bergamo

Orsi bruni nelle valli: workshop in Università

Di Redazione19 dicembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Orsi bruni nelle valli: workshop in Università
Un orso bruno

BERGAMO — La conservazione degli orsi bruni sulle nostre montagne. E’ questo il tempo al centro del workshop che si è tenuto quest’oggi nella sala conferenze dell’Università di Bergamo, a Sant’Agostino.

Il seminario, organizzato da Regione Lombardia in collaborazione con Università di Bergamo, ministero dell’Ambiente, Wwf Italia e parco naturale dell’Adamello Brenta, ha avuto come obiettivo quello di analizzare le esperienze maturate nel progetto “Life Arctos”, evidenziando criticità e soluzioni che possano portare a un rinnovato equilibrio tra uomo e natura.

“La presenza di vari enti, sia nazionali che internazionali, enti locali e dell’Università di Bergamo testimonia come la volontà rappresenti uno dei motori di più elevata potenza nell’azione politica e tecnica. La volontà di attivarsi con differenti azioni, per mantenere in vita questa specie, la volontà di trovare soluzioni di convivenza con le popolazioni, la volontà di favorire azioni di tutela e ripopolamento, rappresentano tutti ingredienti per incrementare la biodiversità” ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente Claudia Terzi nel suo intervento.

“Un passaggio importante di questo progetto, finanziato anche dall’Unione europea, è il contatto con le popolazioni delle nostre vallate alpine – ha concluso l’assessore Terzi – che ospitano gli esemplari di orso bruno reintrodotti nel loro habitat naturale. L’obiettivo è far comprendere l’importanza, nonostante talvolta i disagi, di avere
un ecosistema in equilibrio”.

Il vescovo Beschi: la scuola è la speranza

Il vescovo Beschi e il provveditore Patrizia GrazianiBERGAMO -- "“Il Dio dei cristiani ha creduto a questa umanità tanto da diventare Lui ...

Malvestiti (Ascom): leggera ripresa per Natale

Paolo MalvestitiBERGAMO -- "In alcuni settori si intravede una leggera ripresa, sicuramente complice la feste imminenti" ...