iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Disinnesco bomba: aeroporto chiuso venerdì mattina

Di Redazione19 dicembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

L'ordigno della Seconda guerra mondiale trovato durante i lavori di ampliamento

Disinnesco bomba: aeroporto chiuso venerdì mattina
L'aeroporto di Orio al Serio

ORIO AL SERIO — Venerdì 20 dicembre, a partire dalle 9:30, avranno inizio presso l’aeroporto “Il Caravaggio” di Orio Al Serio le operazioni di bonifica dell’ordigno bellico inesploso, risalente al secondo conflitto mondiale, rinvenuto il 12 dicembre nel corso dei lavori di ampliamento e rifacimento dell’aerostazione. Lo rende noto la prefettura di Bergamo.

La data delle operazioni è stata fissata dopo gli incontri operativi tenuti in prefettura il 13 e il 16 dicembre, ai quali hanno partecipato i sindaci di Orio al Serio e Brusaporto, rappresentanti dei Comuni di Bergamo, Bagnatica, Seriate, Zanica, Grassobbio, Palosco, delle forze dell’Ordine, dei vigili del fuoco, del Genio guastatori del 10° Reggimento di Cremona, dell’Asl di Bergamo, dell’Areu 118, i direttori dell’Enac e dell’Enav, i dirigenti dei settori Protezione civile, Viabilità e Cave della Provincia di Bergamo e dirigenti della società di gestione aeroportuale Sacbo e rappresentanti della Regione Lombardia.

Le operazioni di bonifica saranno suddivise in tre fasi. La prima sarà quella di fase “despolettamento”, poi seguirà il trasporto dell’ordigno dal sito aeroportuale fino alla cava di Palosco, sita sulla provinciale e sulla ex statale Ogliese 2, ritenuta idonea dagli artificieri dopo opportuno sopralluogo. Infine la bomba verrà fatta brillare nella cava dal personale specializzato del 10° Reggimento Guastatori di Cremona.

Durante le operazioni di “despolettamento”, per motivi di sicurezza, l’Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio verrà chiuso, dalle ore 09:45 alle ore 12:15, sia per i voli in arrivo sia per quelli in partenza, così come sarà disposto con notam richiesto dalla Prefettura all’Enac. Per effetto del notam sarà anche attuato il divieto di sorvolo sull’area di brillamento dalle ore 13:00 alle ore 17:00.

E’ stato altresì deciso, anche in esito alle linee operative emerse nel corso delle citate riunioni, che al fine di garantire la sicurezza delle operazioni, si procederà al totale sgombero e alla conseguente evacuazione dei residenti e di tutti coloro che gravitano nel raggio di 500 metri dal luogo in cui è ubicato l’ordigno.

Lo sgombero riguarderà una piccola porzione dell’abitato di Orio al Serio. A tal fine, il Sindaco di Orio al Serio chiuderà il centro civico e il parco pubblico, adiacenti alla via Risorgimento e interdirà temporaneamente al traffico l’ultimo tratto della stessa via, nonché parte della via Leonardo da Vinci. Dopo le operazioni di “despolettamento”, l’ordigno, adeguatamente scortato, sarà trasportato presso la Cava di Palosco per il brillamento. Anche nel citato Comune sarà garantito, per motivi di sicurezza, lo sgombero della zona ricadente nel raggio di trecento metri dal punto di brillamento.

Presso la Prefettura sarà attiva, a partire dalle 8 e fino a cessate esigenze, la Sala operativa di Protezione Civile che coordinerà e monitorerà tutte le fasi delle operazioni di bonifica. Saranno, altresì, costituiti durante le operazioni di bonifica presso l’aeroporto e nelle vicinanze della cava di Palosco, due Centri di Comando Avanzato, ai quali prenderanno parte rappresentanti della prefettura, delle forze di polizia, dei vigili del fuoco, dei Comuni interessati e del 118, che avranno il compito di monitorare le operazioni.

Aldegani: io e i cittadini in campo contro i furti

Cristiano AldeganiBERGAMO -- Dopo la raffica di furti nelle abitazioni ai piedi della Maresana, il sindaco ...

Donna incinta partorisce su volo Wizz Air

Un volo Wizz AirBERGAMO -- Una donna incinta ha partorito il suo bambino su un volo Wizz Air ...