iscrizionenewslettergif
Politica

Salvini: euro crimine contro l’umanità

Di Redazione16 dicembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Il nuovo segretario della Lega Nord: Padania pronta a disubbidire

Salvini: euro crimine contro l’umanità
Matteo Salvini, segretario federale della Lega Nord

TORINO — “L’euro è un crimine contro l’umanità”. Lo ha detto ieri nel suo discorso d’insediamento il nuovo segretario della Lega Nord Matteo Salvini davanti ai 500 delegati provenienti da tutta Italia che gli hanno affidato ufficialmente la leadership del Carroccio, dopo le primarie vinte la scorsa settimana.

“Prima salta l’euro, prima possiamo riprendere la battaglia per l’indipendenza – ha detto Salvini -. Chi arresta un nostro sindaco senza motivo deve cominciare ad avere paura, chi attacca senza motivo la nostra gente deve vergognarsi. Non è una minaccia ma un impegno. Non ci fermiamo fino all’indipendenza”.

“La Padania è pronta a disubbidire – ha aggiunto Salvini – abbiamo migliaia di sezioni pronte ad essere centri di lotta e di controinformazione. Siamo pronti a rischiare ma non come certa gentaglia con il volto coperto. Siamo pronti a disubbidire. Chi attacca la Lega, chi attacca il Nord – sottolinea – deve cominciare ad avere paura”.

“La Lega – conclude – tornerà a Pontida, perché è bello e perché è casa nostra”.

“Abbiamo un nemico in comune, l’euro – ha aggiunto il presidente federale della Lega nord, Umberto Bossi – ma questo non vuol dire avere un destino comune: la nostra realtà è diversa da tutti gli altri popoli europei. Gli altri popoli uscendo dall’euro recuperano la sovranità nazionale, noi non la vogliamo. Noi siamo per la sovranità padana e basta”.

In precedenza, Roberto Maroni ha annunciato di aver firmato le dimissioni da segretario federale: “Non sono una rinuncia, ma un atto d’amore. Bisogna capire quando è il momento di fare certe cose e trovare le persone giuste”.

Forconi: il movimento si spacca

Danilo Calvani, leader dei forconi lazialiROMA -- Si è già spaccato il movimento dei Forconi. I siciliani di Mariano Ferro ...

Napolitano: rischio tensioni sociali

Il Presidente della Repubblica Giorgio NapolitanoROMA -- "E' importante che l'Italia continui a essere governata, innanzitutto nel così impegnativo 2014 ...