iscrizionenewslettergif
Esteri

I francesi: Arafat non è stato avvelenato

Di Redazione4 dicembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I francesi: Arafat non è stato avvelenato
Yasser Arafat

PARIGI, Francia — I periti incaricati dalla giustizia francese di esaminare il cadavere di Yasser Arafat, hanno escluso che il leader palestinese sia morto per avvelenamento.

Arafat è morto nel 2004 nell’ospedale di Clamart, vicino a Parigi. I sospetti avanzati dalla moglie erano che il leader dell’Olp fosse stato ucciso attraverso una dose di polonio, come era accaduto in passato anche ad ex agenti del servizio segreto russo.

Ebbene, i periti hanno escluso l’ipotesi di un omicidio: “Il rapporto esclude l’ipotesi dell’avvelenamento e si orienta verso la morte per cause naturali”.

La questione resta comunque aperta. Recenti rapporti di esami medici svizzeri e russi sui prelievi delle spoglie di Arafat hanno invece rivelato la presenza di quantità anomale di polonio 210 e sembravano rafforzare l’ipotesi di un avvelenamento pur senza indicare la sostanza radioattiva come causa del decesso.

Israele, parola del portavoce del ministero degli Esteri Yigal Palmor, accusata di essere mandante dell’avvelenamento, ha accolto il rapporto senza “alcuna sorpresa”. Nasser al-Qidwa, nipote di Arafat, dirigente di al-Fatah e presidente della fondazione Arafat si dice invece “scettico” sui risultati del nuovo esame autoptico effettuato dai francesi.

Aggressione con acido: 6 anni al ballerino del Bolshoi

L'ex primo ballerino del Bolshoi Pavel DmitricenkoMOSCA, Russia -- E' stato condannato a sei anni di carcere a regime Pavel Dmitricenko, ...

Francia: multa da 1500 euro per i clienti delle prostitute

Una prostitutaPARIGI, Francia -- Giro di vite in vista per la prostituzione. L'assemblea nazionale francese ha ...