iscrizionenewslettergif
Politica

Anti-burqa, Santanché: sentenza vergognosa

Di Redazione3 dicembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Anti-burqa, Santanché: sentenza vergognosa
Daniela Santanché durante la protesta anti-burqa

MILANO — “Una sentenza vergognosa”. Così Daniela Santanché ha commentato la decisione del tribunale di Milano che l’ha condannata a 1100 euro di ammenda per aver organizzato senza autorizzazione una protesta anti-burqa nel 2009, durante la preghiera di fine Ramadan degli islamici.

Con la sua protesta, la parlamentare intendeva sensibilizzare l’opinione pubblica sull’assurda pratica medioevale che costringe le donne di alcuni paesi islamici ad uscire coperte da capo a piedi dal terribile drappo nero.

Nel processo la Santanché è sia imputata che parte lesa. La protesta della parlamentare era culminata con un alterco per il quale è stato condannato un egiziano, a 2500 euro di multa.

“E’ proprio vero che la legge è uguale per tutti. Ho ricevuto lo stesso trattamento dei Centri sociali, dei No-Tav e dei black bloc” ha ironizzato la Santanchè.

La parlamentare ha annunciato il ricorso in appello.

Renzi avverte il Pd: ora o mai più

Matteo RenziROMA -- "Sulla fiducia decideremo il 9 dicembre, tuttavia ora il Pd ha la maggioranza per ...

Discarica d’amianto: Formigoni indagato

Roberto FormigoniBERGAMO -- Corruzione. Sarebbe questa l'accusa che chiama in causa l'ex presidente della Regione Roberto ...