iscrizionenewslettergif
Arte

Storie da collezione: l’arte sbarca nelle case di riposo

Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Storie da collezione: l’arte sbarca nelle case di riposo
L'inconfondibile Longaretti

Si chiama “Storie da collezione” il progetto che la Fondazione Credito Bergamasco inaugura sabato 30 novembre a Clusone. Si tratta di progetto dedicato alle case di riposo del territorio e alla diffusione della propria collezione d’arte come strumento di aggregazione sociale e coinvolgimento dei pubblici.

“Storie da collezione” nasce dall’idea di mettere al centro di una comunità di anziani una collezione d’arte e utilizzarla come dispositivo di attivazione sociale per coinvolgere e stimolare: la convinzione di fondo che guida il percorso è riconoscere le case di riposo come luoghi sempre più significativi e frequentati della realtà sociale italiana e gli anziani come gruppo rappresentativo di un patrimonio storico e sociale ancora oggi poco espresso e valorizzato.

La Fondazione Credito Bergamasco mette a disposizione la propria collezione d’arte per coinvolgere tre case di riposo del territorio bergamasco che diventeranno le sedi di tre mostre ad ampio taglio tematico. La mostra che inaugura il progetto è momenti di vita e scene di fede allestita negli spazi della Fondazione Sant’Andrea Onlus di Clusone: una raccolta di una decina di opere, fra periodo moderno e contemporaneo, legate ai temi della vita quotidiana e alla rappresentazione sacra. Fra gli autori compaiono Francesco Domeneghini, Gianluigi Lizioli, Tozzon e Longaretti ma anche una tempera e oro su tavola di un anonimo di fine XV a soggetto sacro.

“Storie da collezione è una grandiosa opportunità culturale per il nostro territorio e un’occasione per gli Ospiti della Fondazione di condivisione dei vissuti individuali e valorizzazione della propria persona” spiega il direttore generale della Residenza sanitaria assistenziale Fondazione Sant’Andrea Mirko Gaverini -. L’anziano, come l’opera, è posto al centro della scena per favorire una maggiore consapevolezza del suo immenso potenziale e perché rappresenta una risorsa comunicativa e relazionale che, attraverso l’atto del racconto e del raccontarsi, diviene artefice della memoria storica della comunità nella quale vive”.

La mostra diventerà l’occasione per coinvolgere e guidare gli ospiti delle residenza Sant’Andrea, i familiari, i volontari, gli operatori ma anche il pubblico generico in un percorso interattivo dove non saranno solo le opere le protagoniste ma gli anziani stessi. Con scadenza settimanale verranno organizzati alcuni laboratori e ogni partecipante sarà invitato ad offrire un racconto della propria vita che andrà a costruire una raccolta di storie, una memoria sociale, una nuova rappresentazione della comunità stessa e del suo territorio. Famigliari, volontari e un team di facilitatori supporteranno i partecipanti nella elaborazione dei racconti, micro-biografie che andranno a creare una collezione di storie che sarà, man mano, esposta accanto alle opere e presentata al pubblico.

“Storie da Collezione è un progetto di promozione culturale all’interno di ambiti strutturali che stanno assumendo un peso sempre più rilevante nella vita della persone e delle famiglie” spiega il segretario generale della Fondazione Credito Bergamasco Angelo Piazzoli -, rappresenta un’iniziativa di doppia valenza perché mette a disposizione della struttura ricevente un servizio culturale di qualità, offrendo a degenti, residenti, visitatori (congiunti, fornitori, volontari) e al personale, un ambito di approfondimento culturale, di evasione intelligente, o anche solo di relax e perché, sul piano sociale, contempla un lavoro di socializzazione e di condivisione con i residenti guidati da operatori specializzati”.

Nel corso del 2014, il progetto proseguirà con altre due appuntamenti: la mostra intitolata “L’intimità dello sguardo e gli affetti quotidiani alla Casa di Riposo di Brembate Sopra” e l’ultima, dedicata a “Le emozioni del paesaggio tra natura e città nella nuova sede della Casa di Riposo Santa Maria Ausiliatrice di Bergamo”.

Il progetto è organizzato da: Fondazione Credito Bergamasco e Storyfactory in collaborazione con la Fondazione Sant’Andrea Onlus di Clusone, la Casa di Riposo di Brembate Sopra e la Casa di Riposo Santa Maria Ausiliatrice di Bergamo

L’inaugurazione è sabato 30 Novembre, ore 15 Fondazione Sant’Andrea Onlus Via San Defendente 1, 24023 Clusone (Bergamo). La mostra resterà aperta fino al 2 febbraio 2014.

Recensione: “Percorsi” di Serenella Oprandi

Un acquerello di Serenella OprandiIl colore dilatandosi si fonde ad altri toni, emerge dalla tela scintillando, creando sottili velature ...

Alfa Pietta espone all’Atelier Sirio di Bergamo

Le opere di Alfa PiettaCon Alfa Pietta si conclude la stagione espositiva del 2013 presso lo showroom dell'Atelier Sirio, ...