iscrizionenewslettergif
Esteri

Ragazzine segregate in casa da due anni: due arresti

Di Redazione28 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ragazzine segregate in casa da due anni: due arresti
La polizia sul luogo dei fatti

TUCSON, Usa — Una serie infinita di abusi fisici e mentali. Tre bambine di 12,13 e 17 anni sono state segregate in casa per due anni dal patrigno di 34. Finché due sono riuscite a liberarsi e fuggire. E’ accaduto a Tucson, Arizona.

Le due sorelle più giovani sono riuscite a scappare alle 4 del mattino di ieri dopo che il loro patrigno, Fernado Richter, le aveva minacciate con un coltello. L’intervento della polizia ha portato alla liberazione della terza figlia e all’arresto dell’uomo e della madre, Sophia Richter.

Le ragazzine erano tenute segregate nelle loro stanze da due anni. Non si lavavano da mesi. Veniva dato loro cibo solo una volta al giorno. Le due sorelle minori erano state separate dalla maggiore che non vedevano mai.

La notte della fuga, le due sorelle più piccole si erano barricate nella loro stanza mentre al di là della porta il patrigno le minacciava con un coltello. In un attimo di distrazione sono riuscite a uscire di casa e chiedere aiuto.

La polizia ha isolato la zona di North Estrella Avenue e ha fatto irruzione nella casa, trovando la sorella maggiore rinchiusa nella sua stanza. Le condizioni igieniche delle stanze delle ragazze sono state definite “spaventose”.

Il patrigno e la madre sono stati arrestati. Le piccole trasferite in un centro d’accoglienza. Secondo le indagini, hanno subito abusi di ogni genere.

Venduto a 14 milioni il libro più caro del mondo

Il libro più costoso del mondoNEW YORK, Usa -- Secondo gli esperti è il libro più caro del mondo. Il ...

Isole contese: caccia giapponesi sfidano la Cina

Caccia giapponesi in voloTOKYO, Giappone -- Torna a salire altissima la tensione fra Giappone e Cina per le ...