iscrizionenewslettergif
Politica

Lega, la sfida alla segreteria sarà Salvini-Bossi

Di Redazione28 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Sono gli unici ad avere raggiunto il numero minimo di firme: 4000 per il milanese, 1000 per il Senatur

Lega, la sfida alla segreteria sarà Salvini-Bossi
Matteo Salvini con Umberto Bossi e Roberto Maroni

BERGAMO — Da una gara a cinque diventerà una sfida a due la corsa per la segreteria federale della Lega Nord. A disputarsela al congresso del prossimo 15 dicembre al Lingotto di Torino saranno Umberto Bossi e Matteo Salvini.

Di fronte dunque la vecchia guardia e le nuove leve. Salvini e Bossi sono gli unici due candidati ad aver raccolto il numero di firme minime necessarie, almeno 1000, per presentarsi al congresso.

Al termine fissato per la chiusura della raccolta firme a sostegno delle pre-candidature alla segreteria, il fondatore del Carroccio ha raccolto le mille firme necessarie per partecipare alla competizione. Il 40enne segretario delle Lega Lombarda avrebbe invece raccolto quasi quattromila firme.

Niente da fare invece per il presidente del Copasir il bergamasco Giacomo Stucchi, il bolognese Manes Bernardini e Roberto Stefanazzi, consigliere comunale di Vizzola Ticino.

La conferma dei dati è arrivata dal segretario uscente Roberto Maroni. “Salvini ha raccolto circa quattro volte le firme di Bossi – ha spiegato il governatore lombardo – Bossi poco più di 1.000 e Salvini 4.000”.

Maroni ha parlato di “una bella sfida. Sono molto soddisfatto perché è la prima volta che i militanti possono scegliere il loro segretario e saranno protagonisti del futuro della Lega”.

Sulla possibilità che Bossi riuscisse a raccogliere le firme necessarie per la corsa per la segreteria federale c’è stata incertezza fino all’ultimo.

Primarie Pd: Pippo Civati sabato a Bergamo

Pippo CivatiBERGAMO -- La compagna delle primarie per la segretaria nazionale del Partito Democratico sbarca a ...

Lunedì il premier al Colle: verso il Letta-bis

Angelino Alfano e Enrico LettaROMA -- Servirà un passaggio parlamentare per il governo privo del supporto di Forza Italia. ...