iscrizionenewslettergif
Economia

Imu, salta la seconda rata ma non tutta

Di Redazione28 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Dopo mesi di tira e molla, la soluzione in un consiglio lampo. Pagheremo un pezzo della precedente più la Iuc

Imu, salta la seconda rata ma non tutta
Soldi

ROMA — Che paese di pasticcioni. Mai chiarezza sulle tasse, sempre sotterfugi che finiscono sempre per gabbare il contribuente. L’ultima della serie è la seguente: salta la seconda rata dell’Imu dovuta nel 2013, ma non tutta. Una quota i contribuenti dovranno pagarla: cioè metà della quota eccedente l’aliquota standard che i Comuni hanno deciso di ritoccare al rialzo e che dovrà essere versata entro metà gennaio.

Durante un consiglio dei ministri lampo, il Governo “ha cancellato l’ultima parte dell’imposta nel frattempo scomparsa e sostituita (dalla Iuc) con la legge di Stabilità”.

Stessa sorte tocca anche all’Imu agricola: per i fabbricati rurali e per gli imprenditori agricoli professionali relativamente ai terreni – spiega Palazzo Chigi – è prevista l’esenzione totale.

Viene anche affrontato il tema delle cessioni immobiliari e si stabilisce che per facilitare il processo di dismissione del patrimonio immobiliare pubblico sia estesa anche alle Regioni e agli Enti locali la possibilità di cedere beni immobili a Cassa Depositi e Prestiti.

Per l’Imu si tratta di un esborso complessivo di 2,150 miliardi a carico totalmente del sistema bancario e assicurativo: il mancato gettito viene compensato tramite acconti e aumenti d’imposta a carico del settore finanziario e assicurativo.

Gli indici dicono forte ripresa economica

Gli incidi dicono forte ripresa economica in arrivoVenerdì è stato pubblicato l’Ifo Business Climate, aumentato di 2 pti e salito a 109.3 ...

Imu, pagheremo lo stesso in media 104 euro

soldiMESTRE -- I proprietari di prima casa che hanno subito l'aumento dell'aliquota Imu nel 2013 ...