iscrizionenewslettergif
Bergamo

Creberg, la Cisl: i bergamaschi restino nel Banco

Di Redazione28 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

I sindacati chiedono una rappresentanza orobica nel gruppo veronese

Creberg, la Cisl: i bergamaschi restino nel Banco
La sede del Credito Bergamasco

BERGAMO — “La vicenda della fusione Credito Bergamasco-Banco Popolare rappresenta un duro colpo per il tessuto sociale e economico del territorio bergamasco”. Lo sostengono i segretari di Cisl Bergamo e Fiba Cisl Fernando Piccinini e Giordano Alborghetti in una nota stampa inviata ai quotidiani.

“Soprattutto in termini di prospettiva per il prossimo futuro, questo fatto segna una sconfitta del gruppo dirigente storico del territorio, di chi insomma in qualche misura ha governato e indirizzato l’economia e la finanza bergamasca. E’ evidente una crisi di progettualità e di capacità di interpretare in modo nuovo i temi dell’economia e dello sviluppo dove si intrecciano profondamente i temi della dimensione territoriale con nuove sfide globali” spiegano i sindacati.

“Una delle ragioni di questa difficoltà è sicuramente un mancato ricambio generazionale del gruppo dirigente storico del nostro territorio che rivela una incapacità di fondo di cogliere tutte le spinte positive del rinnovamento”, continuano Cisl e Fiba Cisl.

A fronte di questa situazione, “occorre ora che al di là di dichiarazioni tese in qualche misura a tranquillizzare la realtà bergamasca sulla continuità dell’importante ruolo svolto dal Credito Bergamasco nell’economia bergamasca, si definiscano elementi concreti e formali per il prossimo futuro”.

Quello che chiedono i sindacati di via Carnovali, è “una rappresentanza autorevole bergamasca nei nuovi vertici veronesi in grado di garantire continuità nel lavoro svolto nel territorio soprattutto per quanto riguarda l’accesso al credito da parte delle famiglie e delle imprese, capace di costruire le condizioni per rilanciare un azionariato diffuso con il coinvolgimento dei dipendenti come ulteriore garanzia di legame con il territorio e elemento determinante di democrazia economica”.

Fusione Credito Bergamasco: sindacati preoccupati

La sede del Credito BergamascoBERGAMO -- "Nella tarda mattinata di ieri abbiamo saputo che ci sarebbero state convocazioni di ...

Commercialisti: i clienti hanno perso la metà del fatturato

Alberto Carrara all'assemblea dell'Ordine dei commercialisti di BergamoBERGAMO -- E’ già tempo di bilanci e di riflessioni sull’anno che si sta per ...