iscrizionenewslettergif
Sport

Milan, contestazione dei tifosi fuori da San Siro

Di Redazione24 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Milan, contestazione dei tifosi fuori da San Siro
Uno degli striscioni minacciosi esposti dai tifosi del Milan in curva

MILANO — Ci sono giocatori che non si comportano in maniera professionale, fanno le ore piccole e badano troppo ai social network. Sono queste le contestazioni avanzate dai tifosi del Milan che ieri sera, durante e dopo la partita con il Genoa, hanno inscenato una protesta allo stadio di San Siro.

In curva sud è apparso uno striscione più che eloquente: “Rossi come il fuoco, neri come l’incazzatura: se non sputate sangue iniziate ad aver paura”. E poi: “Vi aspettiamo fuori dai box, indegni”.

Per cercare di placare gli animi decisamente agitati della tifoseria è servito l’intervento dei rossoneri Kakà e Abbiati che sono usciti a parlare con gli ultras, dopo l’incontro pareggiato per 1-1 con la squadra ligure.

Kakà e Abbiati parlano con gli ultras

Kakà e Abbiati parlano con gli ultras

Scortati dagli uomini della sicurezza del club, i due giocatori hanno avuto un confronto con i leader della curva per qualche minuto, davanti a una quarantina di agenti in tenuta antisommossa. Alla fine i tifosi hanno applaudito i giocatori e si sono lentamente allontanati dopo aver occupato la strada per circa un’ora.

Kakà e Abbiati, secondo alcuni presenti, avrebbero abbozzato e promesso il massimo impegno dalla squadra per il futuro.

Ancelotti: non penso all’Italia ma il Milan

Carlo Ancelotti, allenatore del Real MadridMADRID, Spagna -- "Non penso alla panchina dell'Italia, per il momento preferisco allenare un club ...

L’Atalanta perde 2-0 col Sassuolo

Stefano Colantuono, allenatore dell'AtalantaSASSUOLO -- Una brutta Atalanta perde sul terreno del Sassuolo per due reti a zero. ...