iscrizionenewslettergif
Economia

E la tredicesima se ne va in tasse e bollette

Di Redazione24 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Lo sostiene uno studio realizzato da Federconsumatori e Adusbef

E la tredicesima se ne va in tasse e bollette
Euro

ROMA — Il 90 per cento della tredicesima se ne andrà in tasse, bollette e mutui. Lo sostiene l’ultima indagine realizzata da Federconsumatori e Adusbef.

Secondo le associazioni, le tredicesime (per chi ce l’ha) saranno più leggere che in passato e ammonteranno a un totale di 34,2 miliardi con un ribasso dello 0,9 per cento rispetto al 2012, pari a 300 milioni.

Previsti cali per tutte le categorie. In particolare stimano che fra tre settimane ai pensionati verranno distribuiti 9,8 miliardi di euro, con un calo dell’un per cento, ai lavoratori pubblici 9,1 miliardi, per una flessione dell’1,1, mentre ai privati andranno 15,3 miliardi, in diminuzione dello 0,6.

Le due associazioni ricordano che a fine anno, oltre alla busta paga più pesante, “arrivano anche le consuete scadenze fiscali, quali tasse, bolli, rate e canoni”.

Stando ai calcoli dei consumatori, dell’agognata tredicesima non resterà che il 9,1 per cento (per un totale di 3,1 miliardi di euro) da dividere tra risparmi, se possibile, e spese natalizie.

Il resto andrà in Rc auto, che “mangerà 5,9 miliardi”, i mutui (4,9 miliardi), bolli per auto e moto (4,1 miliardi) e bollette (8,1 miliardi).

Studi professionali: seimila dipendenti in cassa integrazione

Uno studio legaleBERGAMO -- Nei primi dieci mesi dell'anno sono circa seimila i dipendenti in cassa integrazione ...

Gli indici dicono forte ripresa economica

Gli incidi dicono forte ripresa economica in arrivoVenerdì è stato pubblicato l’Ifo Business Climate, aumentato di 2 pti e salito a 109.3 ...