iscrizionenewslettergif
Esteri

Parigi, catturato l’attentatore in fuga

Di Redazione21 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Dopo tre giorni di caccia all'uomo, catturato il 50enne che ha sparato nel quotidiano Liberation. Ha precedente penali

Parigi, catturato l’attentatore in fuga
La Gendarmerie francesce

PARIGI, Francia — E’ stato arrestato l’attentatore che ha ucciso un uomo nella sede del quotidiano Liberation e poi è fuggito con bomba e fucile in mano e un automobilista per ostaggio, terrorizzando Parigi.

Dopo tre giorni di caccia all’uomo, il folle è stato catturato dalla polizia. Era in auto in stato semicomatoso dopo aver assunto alcuni medicinali nel tentativo, forse, di suicidarsi.

Ad incastrare Abdelhakim Dekhar, 50 anni con un passato criminale legato al crimine, è stato il test del Dna.

I test del codice genetico lo hanno confermato nella notte: l’uomo fermato ieri pomeriggio in un parcheggio sotterraneo di Bois-Colombes, nella banlieue di Parigi, e attualmente ricoverato dopo un probabile tentativo di suicidio, è lo stesso che lunedì scorso ha terrorizzato Parigi.

L’uomo era stato condannato a quattro anni di prigione nel 1998 perché coinvolto nel caso di Florence Ray e Audry Maupin, definiti i nuovi Bonnie & Clyde, coppia di giovani studenti che nella notte del 4 ottobre 1994 insanguinarono Parigi.

Quella drammatica vicenda che si concluse con la morte di cinque persone fra cui tre poliziotti e lo stesso Maupin. In quella tragica storia, Abdhelakim Dekar – detto Toumi – fornì il fucile a pompa che consentì alla coppia di giovani di condurre quella folle spedizione che sconvolse la Francia.

Obama: ridurre sanzioni Iran. Netanyahu da Putin

Barack ObamaWASHINGTON, Usa -- Le posizioni si sono molto avvicinate, ma per arrivare ad un accordo ...

Fidel Castro: non fu Oswald a uccidere Kennedy

Fidel CastroWASHINGTON, Usa -- Nuove rivelazioni sull'assassinio del presidente degli Stati Uniti John Kennedy avvenuto a ...