iscrizionenewslettergif
Lettere

L’inquietante furto di medicinali a Treviglio

Di Redazione14 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L’inquietante furto di medicinali a Treviglio
Farmaci

E’ quantomai inquietante il furto di centinaia di confezioni di farmaci, per il valore di circa 80 mila euro, commesso sabato sera presso l’Ospedale di Treviglio.

Secondo quanto pubblicato dai giornali, si tratterebbe di farmaci antireumatici, immunoglobuline ed eritropoietine,farmaci sensibili alle variazioni di temperatura e che quindi devono essere conservati in frigo a temperature ben stabilite.

Quello che mi chiedo è quale sarà la destinazione di questi farmaci? Dubito fortemente che i ladri abbiano rispettato le norme di buona conservazione. E considero questo furto particolarmente inquietante non tanto per il danno subito dall’Ospedale di Treviglio, sicuramente coperto da assicurazione, quanto per il mio personale dubbio che si ricolleghi al problema dei farmaci contingentati.

Come ricorderete, esiste da tempo, ed è stato oggetto persino di un esposto alla Procura di Roma da parte di Federfarma, il problema del mercato parallelo dei farmaci, rastrellati in Italia per poi essere rivenduti all’estero perché molto più remunerativi.

Il furto è ancora più inquietante anche per il dubbio che nel trasporto questi farmaci perdano stabilità ed efficacia farmacologica a danno di chi, inconsapevolmente, ne farà uso.

Patrizia Siliprandi

Lo “sputt…mento” di una professione

Un oculista impegnato nella visitaQualche giorno fa, mentre aspettavo un paziente (faccio l'oculista) , sono uscito dal mio studio ...

Ma la libertà di stampa in Italia esiste?

Il più grande giornalista italiano di sempre: Indro MontanelliBERGAMO -- Riceviamo e pubblichiamo l'intervento di un nostro lettore che pone quesiti importanti su ...