iscrizionenewslettergif
Esteri

Kerry vola a Ginevra: accordo nucleare Iran vicino

Di Redazione8 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Il segretario di Stato incontrerà oggi pomeriggio il ministro degli Esteri di Teheran. Intesa vicina, ma processo lungo

Kerry vola a Ginevra: accordo nucleare Iran vicino
Il segretario di Stato americano John Kerry

GINEVRA, Svizzera — L’obiettivo è quello di arrivare ad un accordo storico in tempi brevi. Con questi propositi il segretario di Stato americano John Kerry arriverà oggi a Ginevra per incontrare gli esponenti del governo iraniano e mettere la parola fine all’annosa questione del nucleare di Teheran.

Kerry avrà un faccia a faccia decisivo con il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif. Lo afferma la Nbc. Secondo alcune fonti è possibile che si arrivi a un accordo entro venerdì.

Secondo queste fonti, la decisione di Kerry di raggiungere Ginevra è il segno più forte e tangibile che le parti sono sul punto di raggiungere un accordo, un primo passo verso un’intesa finale più completa.

Nei giorni scorsi il responsabile iraniano dei negoziati aveva segnalato progressi nei colloqui con le 6 maggiori potenze mondiali. L’Iran sarebbe disposto ad aperture sul nucleare in cambio della riduzione delle sanzioni economiche che stanno soffocando il paese.

“Quello che si vede e che ci sono passi in avanti non solo nella costruzione di un reciproco rapporto di fiducia, ma anche verso azioni diplomatiche concrete” spiega l’analista della Sicurezza nazionale Usa Juan Zarate. “Da un lato gli Stati Uniti e i P5 (i membri permanenti delle Nazioni Unite più la Germania che stanno negoziando con l’Iran – ndr) vogliono che l’Iran fermi il programma nucleare, un congelamento degli sviluppi a fini militari, per guadagnare tempo e negoziare. Gli iraniani, dal canto loro, hanno bisogno di un alleggerimento delle sanzioni o almeno in segnale che questo possa accadere”.

Gli Usa dunque metteranno sul tavolo una temporanea riduzione delle sanzioni che potrà essere reversibile se gli iraniani non rispettano gli accordi. La strada per ridurre la minaccia nucleare iraniana dunque è solo all’inizio. Il processo sarà lungo e sottolineano gli analisti Usa “senza alcuna garanzia di successo finale”.

Donna di 86 anni muore dopo la maratona di New York

Joy Johnson, l'anziana maratonetaNEW YORK, Usa -- Aveva da poco finito di disputare la maratona di New York ...

Super tifone investe le Fillippine: venti a 313 all’ora

La traiettoria del tifone HayanMANILA, Filippine -- Il vento ha raggiunto i 313 chilometri all'ora. Il più potente tifone ...