iscrizionenewslettergif
Esteri

Yasser Arafat ucciso da una dose di polonio

Di Redazione7 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Lo sostengono i risultati di una ricerca svizzera sul corpo del leader palestinese

Yasser Arafat ucciso da una dose di polonio
Yasser Arafat

PARIGI, Francia — Il leader dell’Olp e dell’Autorità nazionale palestinese Yasser Arafat fu assassinato con una dose di polonio. Lo sostengono i risultati di una nuova ricerca commissionata dalla vedova dell’esponente palestinese.

Nuovo colpo di scena dunque nella vicenda controversa della morte di Arafat, avvenuta l’11 novembre 2004 in un ospedale di Clamart, in Francia.

L’allora presidente dell’Autorità nazionale palestinese morì per cancro molto probabilmente dopo avvelenamento da polonio radioattivo. Lo ha comunicato la vedova Suha, dopo aver ricevuto i risultati definitivi dell’indagine degli esperti svizzeri su alcuni campioni prelevati dal corpo di Arafat (al momento della morte aveva 75 anni).

“Stiamo rivelando un vero crimine, un assassinio politico”, ha detto Suha da Parigi. Concentrazioni del potente veleno di almeno 18 volte superiori alla media, sono stati rinvenuti nelle costole e nel bacino del leader dell’Olp, rivela “Al Jazeera”.

Dopo la morte di Arafat non fu eseguita alcuna autopsia, proprio su richiesta della vedova, ma i suoi resti furono riesumati nel novembre 2012, dopo che una prima serie di analisi sugli indumenti aveva evidenziato tracce della sostanza radioattiva.

“Questi risultati confermano i nostri dubbi. E’ scientificamente provato che la sua morte non fu dovuta a cause naturali e abbiamo le prove che fu ucciso” ha concluso la vedova.

L’italoamericano De Blasio nuovo sindaco di New York

Bill De Blasio sul palco con la famigliaNEW YORK, Usa -- Dopo Micheal Bloomberg, è Bill De Blasio il nuovo sindaco di ...

Vedova italiana sgozzata in Ghana

Egle BellunatoVICENZA -- Una donna italiana di 74 anni, Egle Bellunato, vedova, è stata ritrovata sgozzata ...