iscrizionenewslettergif
Carlo Scotti

Prego, trattenere il fiato

Di Carlo Scotti Foglieni7 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Prego, trattenere il fiato
Enrico Letta

Il governo Letta, non contento delle tasse che incassa sul vizio del fumo dal 2014 tasserà anche quelli che smettono di fumare.

Siccome la riduzione del vizio, per effetto delle sigarette elettroniche e dei cerotti alla nicotina, comporta una riduzione di gettito per il fisco il nostro beneamato Letta, non contento di tassare il vizio (cosa che può avere anche un senso) ha deciso di tassare anche chi dal vizio cerca di liberarsi.

Come dire, abbiamo fatto finta di dirvi che la tassa sul fumo fosse per limitare il consumo e per la vostra salute, in realtà ci interessa soltanto mettere le mani nelle vostre tasche.

Se così non fosse il Governo dovrebbe essere felice del calo di gettito sul fumo perché esso significa più salute, meno lutti tra i cittadini e meno spese sanitarie per i tumori in prospettiva.

Invece no, l’unica cosa che interessa al presidente Letta sono le tasche degli italiani.

Fumate? Pagate una tassa sul fumo. Volete smettere? Pagate una tassa sul non fumo.

Una domanda aleggia inquietante: e se tutti smettessero di fumare? La risposta è semplice: avete smesso di fumare? Consumate più aria? Tassiamo quella.

Solo che gli italiani al posto di una tassa sull’aria preferirebbero un taglio deciso alle auto blu, ai privilegi e al costo della politica.

Preferirebbero. Ma se non mandano a casa il novello Nosferatu, si prenderanno la tassa sull’aria. Ormai manca solo quella. Esenzioni per chi trattiene il fiato.

Carlo Scotti-Foglieni

Il nostro ministro della (dis)integrazione

Il ministro KyengeMi è sfuggito da subito il senso della necessità di un ministero dell’integrazione. Vedendo l’azione del ...

Riflessioni sulla carta dei doveri

Un barcone di immigrati Non parlo di una carta dei diritti, quella l’abbiamo presente tutti, e per primi quanti ...