iscrizionenewslettergif
Politica

Berlusconi: i miei figli perseguitati come ebrei

Di Redazione7 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Berlusconi: i miei figli perseguitati come ebrei
Silvio Berlusconi

ROMA — “I miei figli dicono di sentirsi come dovevano sentirsi le famiglie ebree in Germania durante il regime di Hitler. Abbiamo davvero tutti addosso”. E’ una della frasi pronunciate dal Cavaliere e contenute nel nuovo libro di Bruno Vespa.

Le dichiarazioni hanno suscitato la reazione piccata della comunità ebraica. Il paragone tra la condizione dei suoi rampolli e quella dei figli degli ebrei deportati ed uccisi nei campi di sterminio è ritenuto quantomeno inopportuno.

Il presidente della Comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici dice: “Riteniamo il paragone fatto col popolo ebraico sotto le persecuzioni di Hitler, il cui progetto era lo sterminio, assolutamente fuori luogo”.

Dura la reazione del Pd che parte all’attacco definendo “agghiaccianti” le parole del Cavaliere.

Calderoli: la procura chiede giudizio immediato

Roberto CalderoliBERGAMO -- La procura di Bergamo ha chiesto il giudizio immediato nei confronti del senatore ...

Berlusconi: Alfano conta su 312 frondisti

Berlusconi e AlfanoROMA -- La spaccatura è vicina. Nonostante i tentativi di gettare acqua sul fuoco pare ...