iscrizionenewslettergif
Politica

Pd, Cuperlo: noi in vantaggio. I renziani: dati falsi

Di Redazione5 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

I sostenitori dell'ex Ds dicono di aver superato la metà dei consensi. Secca la replica dei fans del sindaco

Pd, Cuperlo: noi in vantaggio. I renziani: dati falsi
Matteo Renzi e Gianni Cuperlo

ROMA — Guerra dei numeri nel Pd sull’esito del primo round congressuale. A congressi praticamente chiusi, il Comitato di Gianni Cuperlo fa sapere che, in base ai primi dati in suo possesso, sui 250mila votanti, oltre il 50 per cento avrebbe espresso la propria preferenza per candidati alle segreterie provinciali che al nazionale voteranno per l’ex Ds.

Secondo il Comitato Cuperlo sarebbe 49 su 85 i circoli che hanno votato Cuperlo, 35 quelli per Renzi e 1 per Civati. Dati “falsi”, è la secca replica dei renziani che accusano i cuperliani di voler “avvelenare i pozzi” e rivendicano 47 segretari provinciali che al nazionale sosterrebbero Renzi contro i 38 a favore di Cuperlo.

Dal fronte renziano si sottolinea, inoltre, come i congressi locali facciano storia a sè e ci sia anche un dato di mescolanza territoriale. “Da regolamento – attacca Stefano Bonaccini, coordinatore della campagna per le primarie del sindaco – è fatto divieto di collegare le candidature locali con quelle nazionali”.

La tensione resta alta all’interno del partito mentre sotto la lente d’ingrandimento resta il caso dei tesseramenti all’ultimo minuto. Un nodo sul quale oggi si confronterà anche la segreteria convocata da Guglielmo Epifani e nella quale si discuteranno anche di legge di stabilità e il caso Cancellieri, così come la commissione congresso che si riunirà subito dopo.

Bergamo, un cartellone in ricordo di Ezra Pound

Il cartellone esposto da CasapoundBERGAMO -- Un cartellone per ricordare il poeta Ezra Pound. "Il tempio è sacro perché ...

Alfano vuole le primarie, ma Berlusconi è lontano

Silvio Berlusconi e Angelino AlfanoROMA -- Si muove molto, fin troppo, il vicepremier Angelino Alfano impegnato nella costruzione del ...