iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Gioielli coi soldi del Comune: la dipendente confessa

Di Redazione5 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

La donna, originaria di Arcene, avrebbe raccontato di aver agito da sola. Vaghe le motivazioni addotte

Gioielli coi soldi del Comune: la dipendente confessa
La Guardia di finanza

BERGAMO — Ha confessato la dipendente comunale di Stezzano pescata dagli agenti della squadra mobile della polizia dopo aver acquistato gioielli con 44 bonifici del Comune.

La donna, originaria di Arcene, avrebbe ammesso gli acquisti illeciti e confermato di aver fatto tutto da sola. La funzionaria comunale resta nel carcere di via Gleno. Questa mattina ha incontrato i magistrati e il suo avvocato.

All’interrogatorio hanno preso parte il giudice per l’udienza preliminare Alberto Viti, il pubblico ministero Giancarlo Mancusi e il legale della donna, l’avvocato Enrico Pelillo.

Piuttosto vaghe le motivazioni fornite dalla donna per il reato – si fa riferimento a una sorta di vendetta contro il “sistema” -, che sono state messe a verbale.

Nel frattempo le indagini dei magistrati continuano.

L’amministrazione comunale di Stezzano intanto ha emesso un comunicato stampa per rendere conto ai cittadini di quanto avvenuto. “In data odierna – si legge nella nota – appartenenti al nucleo mobile della compagnia di Treviglio della Guardia di Finanza, comandati dal magg. Emanuele Chietera si sono presentati presso la sede del Comune di Stezzano per notificare un decreto di perquisizione locale presso gli uffici in uso alla dipendente, nonché un ordine di esibizione di atti e documenti inerenti l’attività del settore finanziario comunale, emessi dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Bergamo”.

“Dalla notifica e dalla lettura di tali atti si è appreso dell’esistenza di un procedimento penale a carico della stessa dipendente e si è appreso altresì che la stessa era stata arrestata in data 2 novembre u.s. Abbiamo preso atto con estremo stupore e profondo rincrescimento di quanto accaduto e di quanto accertato nei confronti della responsabile del settore finanziario di questo comune, presso i cui uffici lavora da più di vent’anni, avendo sempre goduto della massima fiducia di tutti gli amministratori pubblici locali”.

“A fronte della gravità e serietà del quadro indiziario ad oggi delineato dalla Guardia di Finanza, intervenuta con grande professionalità e competenza presso gli uffici, l’Amministrazione comunale ha offerto la massima collaborazione e si è riservata immediatamente di agire in tutte le sedi a tutela del patrimonio, dell’integrità e dell’immagine della collettività stezzanese.
Per questo motivo è già stato conferito incarico ad un legale di intervenire per conto dell’amministrazione comunale nel procedimento penale in corso, conclude la nota.

Compra gioielli con i soldi del Comune: arrestata

Una volante della PoliziaSTEZZANO -- La squadra mobile della Questura di Bergamo, su segnalazione della Guardia di finanza, ...

Ryanair lancia la campagna estiva 2014

RyanairORIO AL SERIO -- La compagnia aerea irlandese Ryanair ha lanciato la sua programmazione estiva ...