iscrizionenewslettergif
Patrizia Siliprandi

Discarica amianto, perché non sono intervenuti?

Di Patrizia Siliprandi5 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Discarica amianto, perché non sono intervenuti?
La cava Vailata

Nei giorni scorsi è uscita la notizia che è data per scontata l’autorizzazione alla nuova discarica di cemento-amianto nella cava Vailata di Treviglio. Il Comune ha gridato, giustamente, allo scandalo. Però ci sono alcune cose che mi chiedo: ma dove sono stati in tutti questi anni i comuni interessati, in particolare il comune di Treviglio? Nel paese delle meraviglie, come direbbe la Santanche’?

Ricordiamoci bene che i comuni di Treviglio, Casirate, Caravaggio etc. sono soci, attraverso la Sabb, al 49 per cento della Team, avevano rappresentanti in consiglio d’amministrazione.

Ricordiamoci anche che la sottoscritta da consigliere comunale aveva proposto almeno cinque anni fa il cambio di destinazione dell’area ex Vailata. Allora perché questo è stato considerato solo un anno fa e soprattutto solo dopo che la Regione aveva rilasciato il Via, cioè la valutazione di impatto ambientale?

La tempistica lascia molto perplessi.

Nulla di nuovo sotto il sole, se le polveri sottili ce lo fanno ancora vedere, ma questa è un’altra storia.

Patrizia Siliprandi

Il problema dei farmaci che mancano

Farmacisti in allarme per la mancanza dei farmaci "contingentati"Il problema dei farmaci contingentati, dei farmaci cioè che le ditte produttrici centellinano sul mercato ...