iscrizionenewslettergif
Politica

Alfano vuole le primarie, ma Berlusconi è lontano

Di Redazione5 novembre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Alfano vuole le primarie, ma Berlusconi è lontano
Silvio Berlusconi e Angelino Alfano

ROMA — Si muove molto, fin troppo, il vicepremier Angelino Alfano impegnato nella costruzione del futuro centrodestra. Ma la sensazione è che il dado ormai sia tratto e che le strade con la Forza Italia di Silvio Berlusconi siano ormai divise.

“Il futuro candidato premier del centrodestra sarà scelto con le primarie” ha detto Alfano in un colloquio con Bruno Vespa. Una speranza, più che una realtà. Perché Silvio Berlusconi e i suoi stanno scegliendo una via completamente diversa, con candidato unico ovviamente il Cavaliere o qualcuno della sua stirpe.

La proposta del vicepremier, accompagnata da una serie di “stoccate” contro i falchi del partito (“evitare che Forza Italia vada in mano agli estremisti”), contribuisce ad alzare ancora di più la tensione interna al Pdl.

Intanto oggi Berlusconi tornerà nella capitale per una serie di incontri tra cui una nuova riunione con Raffaele Fitto, capofila dei lealisti. Nel pomeriggio il ministro dell’Interno ha avuto un colloquio al Quirinale con il Capo dello Stato Giorgio Napolitano.

“In caso di elezioni, sentirei il dovere di impegnarmi direttamente – ha scritto Berlusconi sul sito internet – Abbiamo rispettato gli impegni presi con i nostri elettori nel febbraio scorso quello sulla detassazione della prima casa che noi consideriamo ’sacra’ perché é il pilastro su cui ogni famiglia ha il diritto di fondare la sicurezza del proprio futuro, e quello per un fisco meno oppressivo. Per questo non intendiamo arretrare sulla legge di stabilità. E credo sia giusto che, su tutto (sulla mia vicenda, sulle tasse, sull’economia, sui nostri programmi riformatori), siano gli elettori a potere giudicare noi e i nostri avversari, che, andando avanti così, confermerebbero i loro connotati di partito delle tasse e delle manette”.

Pd, Cuperlo: noi in vantaggio. I renziani: dati falsi

Matteo Renzi e Gianni CuperloROMA -- Guerra dei numeri nel Pd sull'esito del primo round congressuale. A congressi praticamente ...

Berlusconi: Napolitano potrebbe concedere la grazia

Giorgio Napolitano e Silvio BerlusconiROMA -- "Se Napolitano volesse, il tempo per la concessione della grazia potrebbe esserci". Lo ...