iscrizionenewslettergif
Bassa

Brignano, tre bambini contagiati da scabbia

Di Redazione31 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Brignano, tre bambini contagiati da scabbia
I sintomi della scabbia

BRIGNANO — Stanno suscitando una certa apprensione i tre casi di scabbia scoperti alle scuole di Brignano. Secondo le informazioni trapelate, la malattia dermatologiche ha colpito tre fratelli, due dei quali frequentano le scuole elementari mentre il terzo va alle medie.

I tre bambini saranno riammessi a scuola solo dopo le cure. La malattia infatti è fortemente contagiosa. E’ provocata da acari che si insediano nella pelle provocando pustole e prurito.

L’Asl e la direzione scolastica dell’istituto comprensivo di Spirano hanno invitato i genitori a controllare periodicamente la pelle dei bambini per prevenire l’insorgenza della malattia. Nella sua lettera, la Asl spiega che la scabbia si può trasmettere attraverso contatti contatto pelle-pelle oppure e con lo scambio di vestiti.

Le zone del corpo maggiormente colpite dalla scabbia sono le mani e i piedi (in special modo le membrane cutanee tra le dita), la parte interna del polso e la zona ascellare. Il contagio può anche colpire altre parti del corpo, in particolare i gomiti e le zone intorno al petto, i genitali, l’ombelico e le natiche.

L’infezione si diffonde con maggiore facilità nei luoghi affollati e nelle situazioni in cui ci sono molti contatti ravvicinati, come nelle scuole o negli asili.

La scabbia sembra possa essere trasmessa anche attraverso il contatto con altri oggetti come vestiti, biancheria, mobili o superfici con cui una persona infetta sia entrata in contatto, ma si tratta di un’eventualità certamente più rara.

Investita mentre attraversa: 21enne gravissima

L'ambulanzaBERGAMO -- Una ragazza di 21 anni si trova ricoverata in condizioni gravissime all'ospedale Papa ...

Rave party a Zingonia: giovani da tutta Europa

Rave partyZINGONIA -- Tre giorni di rave party con musica elettronica a gogo e alcolici che ...