iscrizionenewslettergif
Esteri

Gli americani spiavano anche il Papa

Di Redazione30 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Lo sostiene il settimanale "Panorama". Le intercettazioni sarebbero arrivate fino alle soglie del conclave

Gli americani spiavano anche il Papa
Papa Francesco in conclave

ROMA — Non ha più confini lo scandalo delle intercettazioni illegali da parte della Nsa (National security agency) americana ai danni dei leader europei e del resto del mondo. Fra le persone controllate  dal lungo orecchio dell’intelligence Usa ‘è anche il Papa.

Lo scandalo Datagate si allarga dunque anche al Vaticano. Le intercettazioni telefoniche ed elettroniche della Nsa sarebbero arrivate fino al Papa. Tra le 46 milioni di telefonate tracciate dagli Usa in Italia tra il 10 dicembre 2012 e l’8 gennaio 2013, secondo il settimanale Panorama, ci sarebbero anche quelle da e per la Santa Sede.

Secondo quanto reso noto, potrebbero essere state captate anche le conversazioni fin sulla soglia del Conclave.

Prudente, come sempre, la Santa Sede. “Non ci risulta nulla su questo e in ogni caso non abbiamo alcuna preoccupazione”, ha spiegato replicato il responsabile della sala stampa vaticana padre Lombardi.

In serata è arrivata la smentita della Nsa. “La Nsa non ha mai avuto come obiettivo il Vaticano e le notizie riportate dalla stampa italiana non sono vere”. Lo ha detto la portavoce dell’agenzia federale di intelligence.

“Il Vaticano non è un obiettivo delle attivita’ della National Security Agency”, ha affermato in un comunicato la portavoce, Vanee Vines, aggiungendo che “le affermazioni secondo cui il Vaticano è stato un obiettivo della Nsa, pubblicate dal settimanale italiano Panorama, non sono vere”.

La tempesta mette in ginocchio la Gran Bretagna

La tempesta San Giuda sulle coste inglesiLONDRA, Gran Bretagna -- Sono salite a 13 le vittime della tempesta San Giuda che ...

Obama crolla nei sondaggi

Barack ObamaWASHINGTON, Usa -- Sarà stato il Datagate, sarà stato il braccio di ferro sullo shutdown ...