iscrizionenewslettergif
Italia

Facevano prostituire ragazzine: 5 arresti

Di Redazione29 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Facevano prostituire ragazzine: 5 arresti
Una prostituta

ROMA — Facevano prostituire due ragazzine italiane di 14 e 15 anni. Con questa accusa il nucleo investigativo dei carabinieri di Roma ha arrestato cinque italiani.

Le minori di mattina andavano a scuola e il pomeriggio si prostituivano, utilizzando i guadagni anche per acquistare droga. A rivolgersi ai militari è stata la mamma di una delle due, che aveva notato un forte cambiamento del comportamento della figlia.

Le ragazze erano state adescate via internet da tre uomini, che trattenevano una parte dei compensi.

Le giovani venivano pagate fino a 300 euro per le loro prestazioni sessuali.

La quindicenne è figlia di professionisti e da qualche tempo era andata via da casa e viveva da sola. Sua madre ha contattato i carabinieri e ha raccontato il comportamento strano della figlia.

La madre della quattordicenne, invece, arrestata perché intascava una parte dei compensi per le prestazioni sessuali della figlia, lavorava come barista. Le due ragazze, che frequentano un liceo romano. Erano state adescate nel maggio scorso sul social network “Bakeca Incontri”, e non su Facebook, come era stato reso noto in un primo momento.

Gli incontri tra le ragazzine ed i loro clienti avvenivano in un appartamento nel quartiere dei Parioli sequestrato dai carabinieri.

Morso ai testicoli da un pitbull: 30enne grave

L'ambulanzaMILANO -- Si trova ricoverato in gravi condizioni all'ospedale San Raffaele di Milano l'uomo che ...

Gioca alla roulette russa: 20enne in coma

I carabinieriFIRENZE -- Un ragazzo di 20 anni, di origini albanesi, è ricoverato in coma all'ospedale ...