iscrizionenewslettergif
Bergamo

Nuova illuminazione a led per il Battistero

Di Redazione28 ottobre 2013 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Nuova illuminazione a led per il Battistero
L'illuminazione a led del Battistero di Bergamo Alta

BERGAMO — Una nuova illuminazione per esaltare la bellezza di una delle opere d’arte più celebri della nostra città. E’ stata realizzata da Luxest – marchio che fa capo all’azienda di Scanzorosciate Geoled, specializzata nella progettazione, realizzazione e istallazione di illuminazione a led – la nuova veste di luce del Battistero di Bergamo.

Specializzata nella produzione, realizzazione e installazione di led per luoghi di culto, Luxest regala alla città e al suo monumento-emblema nuove suggestioni grazie all’utilizzo di un’illuminazione a basso impatto ambientale che mette maggiormente in rilievo le 8 formelle con gli episodi più salienti della vita di Gesù Cristo (Annunciazione, Natività, Adorazione dei Magi, Presentazione al Tempio, Battesimo, Cattura e Condanna, Crocifissione, Deposizione e Risurrezione) poste sulle pareti perimetrali.

Il tutto riducendo in modo rilevante i consumi. Rispetto al sistema illuminante precedente – 600 watt totale di consumo frutto di 6 fari alogeni da 75 w ciascuno, 1 faro a ioduri metallici da 150 watt – l’attuale (8 faretti da 3 w, 4 proiettori da 45 w ciascuno) porta ad un taglio di 400 watt (-66 per cento).

“La precedente illuminazione – spiegano il titolare di Geoled Simone Cantamessa il responsabile commerciale di Luxest Massimiliano Sartirani – non permetteva alle otto icone posizionate sulle pareti perimetrali di avere il meritato rilievo. La soluzione che abbiamo realizzato con puntatori LED di nostra progettazione e produzione poste in posizioni accuratamente studiate dai nostri tecnici, ha invece il merito di evidenziarle senza creare abbagli. Pur riducendo il consumo del 66 per cento abbiamo migliorato l’uniformità dell’illuminazione e, parallelamente, aumentato del 20 per cento la quantità di luce offerta, riempiendo così l’ambiente ed evitando zone buie. Il risultato? Valorizzazione del contesto, sia nelle opere d’arte custodite che negli elementi architettonici originali, nel pieno rispetto dell’ambiente”.

“Il led – prosegue Cantamessa – rappresenta la nuova frontiera dell’illuminazione intelligente, pensata per comporre le esigenze di gestione di chi li sceglie con il rispetto per l’habitat. Flessibili, facilmente adattabili a ambienti interni, strutture civili, industriali e per l’outdoor, si dimostrano perfetti anche per illuminare al meglio luoghi di fede dove creano effetti ed atmosfere suggestive senza richiedere manutenzione”.

Ne sono conferma le numerose realizzazioni di Luxest. Oltre al Battistero di Bergamo a scegliere la “sostenibilità” sono state anche strutture come la Chieda dei Padri Sacramentini di Ponteranica (in provincia di Bergamo) che hanno affidato a Luxest il rifacimento dell’intero sistema di illuminazione realizzando una delle prime Chiese interamente illuminate a led, la Chiesa parrocchiale di Cesano Boscone (in provincia di Milano), interamente illuminata a led e la cripta di Sant’Ambrogio nella Basilica di Sant’Ambrogio a Milano per cui sono stati realizzati appositi corpi illuminanti in acciaio con finitura in foglia oro funzionali alla valorizzazione delle opere interne.

“Donare al Battistero una nuova luce è un atto d’amore nei confronti della nostra città le cui magnificenze artistiche meritano di essere promosse e rese ancor più visibili” conclude Cantamessa.

A 150 all’ora sulla circonvallazione: patente ritirata

La polizia locale di BergamoBERGAMO -- Viaggiava lungo la circonvallazione Mugazzone a 150 chilometri all'ora, quando il limite è ...

Cl festeggia i 40 anni a Bergamo

Don Luigi GiussaniBERGAMO -- Un inizio che riaccade ora. E’ con questo spirito che la comunità di ...